Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:PISA11°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Emissioni di CO2: l'impatto di internet, cloud e streaming sul riscaldamento globale e come ci ingannano i big del web

Cultura giovedì 02 settembre 2021 ore 17:00

Famiglia e scuole al centro de La Città del Teatro

Presentata la nuova stagione con tre importanti sezioni. Inizio anticipato su richiesta del Ministero per recuperare il tempo perduto



CASCINA — Triplice stagione 2021-22 a La Città del Teatro di Cascina: MAREE - stagione serale, Domenica a Teatro e La Scuola va a teatro. Una programmazione densa di proposte interessanti che mirano al rilancio delle attività teatrali dopo un lungo periodo di difficoltà.

Ecco svelati i nomi degli artisti in scena per la stagione serale dal 25 settembre 2021 al 2 aprile 2022: Davide Enia, Maria Cassi, Fabiana Iacozzilli, Carrozzeria Orfeo, Marco Baliani, Alessandro Serra, Emma Dante, Mario Perrotta, Nunzia Antonino, Lella Costa, Collettivo LunAzione, Ascanio Celestini.

A Davide Enia, riferimento per la drammaturgia contemporanea, è affidata l’apertura della stagione serale sabato 25 settembre con “maggio ‘43”, (coproduzione Fondazione Sipario Toscana - Accademia Perduta/Romagna Teatri), uno spettacolo che ha girato molto per i teatri d’Italia riscuotendo partecipazione e consenso. 

L’inizio della stagione è per quest’anno anticipato su richiesta del Ministero stesso con il fine di recuperare il tempo perduto. Intenzione che il teatro condivide nell’interesse degli stessi lavoratori dello spettacolo ai quali si deve la pronta ripartenza. Il direttore artistico Luca Marengo nel ringraziare i presenti alla conferenza stampa, ha presentato il triplice cartellone che infatti si compone della stagione serale Maree, Domenica a Teatro per le famiglie e La scuola va a teatro per le scuole del territorio: "Il titolo della stagione serale nasce dalla suggestione del significato della parola MAREE: fenomeno consistente nel periodico alzarsi (flusso) e abbassarsi (riflusso) del livello dei mari e degli oceani, provocato dall’attrazione gravitazionale della Luna e del Sole sulle masse d’acqua della Terra. Proprio come la Luna influenza i movimenti del mare, pubblico e artisti abitano e condividono un tempo, un luogo, un’esperienza necessaria per la comunità. 

Nell’immagine della stagione il mare è solo immaginato, ognuno può “disegnare” il proprio, la Luna si vede, così come il percorso da fare insieme. In questa stagione teatrale sarà ancora più importante il rapporto tra palco e platea, tra lavoratori dello spettacolo e pubblico. Questo rapporto affonderà le sue radici come sempre nella programmazione di spettacoli prodotti e ospitati, nel dialogo tra artisti e pubblico, un elemento influenzerà l’altro, come accade in teatro e nello spettacolo dal vivo in generale. Riteniamo cruciale il rapporto con il pubblico, senza filtri, specie con le famiglie e le scuole con le quali è primaria la ricerca di una fruttuosa complicità. Il fine è accompagnare i bambini e i ragazzi, gli adulti di domani, in un percorso di crescita.”

Presentata anche la rassegna “Domenica a teatro”, dedicata alle famiglie, che vedrà La Città del Teatro accendersi alle ore 17 dal 19 settembre a domenica 8 maggio per offrire ai più piccoli le eccellenze del teatro ragazzi italiano: “Domenica a Teatro è dedicata al pubblico delle famiglie, parte dunque dalla condivisione di un’esperienza, in questo caso culturale, teatrale. Ci siamo resi conto, tutti, lavoratori dello spettacolo e pubblico, di quanto tutto questo ci sia mancato nel recente passato.” 

La rassegna si aprirà con due produzioni della Fondazione Sipario Toscana: domenica 19 settembre ci sarà il debutto di "Osteria Leonardo" con Daniele Marmi, lavoro in cui protagonisti sono la continua voglia di inventare di Leonardo e la sua passione per la cucina, due piani che spesso si sovrappongono creando in teatro sorprese improvvise e colpi di scena inaspettati mentre domenica 26 settembre Dario Focardi sarà in scena con "Io (sono) robot" che ha debuttato a ottobre 2020 a Internet Festival nel Museo della Navi Antiche di Pisa in scena un robot umanoide e il rapporto tra emotività e intelligenza artificiale, con un umano collega di lavoro di Ego, il robot umanoide. Questa produzione è nata in collaborazione con l'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova e Università di Pisa.

E insieme alle domenicali, il pubblico dei più giovani avrà la possibilità di andare a teatro con la propria classe dal 20 settembre. “La scuola va a teatro” amplia la propria offerta e propone oltre 30 spettacoli e più di 70 repliche da settembre 2021 a maggio 2022. Il programma sarà presentato nel dettaglio alle insegnanti lunedì 6 settembre alle 17.00 negli spazi del teatro. Alle stagioni si aggiungono poi i Percorsi laboratoriali per bambini, ragazzi e adulti che variano la proposta dai corsi di teatro, alla street art, a laboratori sull’uso della voce per attori e insegnanti.

Alla conferenza erano presenti Riccardo Cateni - Presidente Fondazione Sipario Toscana, Claudia Del Lungo - Vicepresidente Fondazione Sipario Toscana, Andrea Paganelli - Consigliere Fondazione Sipario Toscana, Luca Marengo - Direttore artistico La Città del Teatro/Fondazione Sipario Toscana, Manrico Ferrucci - Direttore amministrativo La Città del Teatro/Fondazione Sipario Toscana, Bice del Giudice - Ass.re alle Politiche Culturali Comune di Cascina e Claudio Loconsole - Ass.re all’Istruzione Comune di Cascina.

Il Presidente della Fondazione Riccardo Cateni si è detto soddisfatto della riapertura dei teatri che consente un graduale recupero dell’aggregazione e della convivialità dopo un lungo periodo di difficoltà: “La programmazione prevede lo svolgimento dell’intera stagione malgrado non siamo in grado di prevedere ad oggi gli ipotetici stop. L’augurio non è solo ripartire e bene ma anche portare il messaggio che la cultura non può essere fermata perché trova sempre un canale per arrivare alla gente.” 

Elisa Cosci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Previsto un momento pubblico di raccoglimento e ricordo, per salutare la dottoressa e assessora comunale scomparsa a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità