Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PISA13°20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Politica martedì 31 agosto 2021 ore 13:30

Il caso scuola spacca il Pd

La nuova scuola di Crespina

Sei iscritti al Partito Democratico contrari alla posizione, a favore dell'amministrazione D'Addona, assunta dal segretario comunale Maurilio Bertini



CRESPINA LORENZANA — "In relazione al comunicato che circola in queste ore a firma del Segretario Maurilio Bertini avente oggetto “Scuola: Il PD appoggia l'amministrazione”, teniamo a precisare che tale documento non può rappresentare l’Unione Comunale Crespina Lorenzana poiché attualmente il circolo di Lorenzana risulta privo di un segretario e con un direttivo decimato dalle dimissioni di metà dei componenti", questo quanto scrivono gli iscritti Franco Pratelli, Fausto Bosco, Aldo Luciani, Laura Orlandini, Iselda Barghini e Alberto Cosci.

"Circolo che ha fissato per il giorno 9 Settembre 2021 la convocazione dell’assemblea di tutti gli iscritti per eleggere i nuovi organi dirigenti - hanno ricordato -. Teniamo anche a precisare che, a differenza di quanto avvenuto per il circolo di Lorenzana, per l’elezione del nuovo segretario del circolo di Crespina Cenaia non è stata indetta una comunicazione ufficiale con tanto di o.d.g. ma si è provveduto ad una autoconvocazione (?) senza neanche avvisare tutti gli iscritti. Un modo più semplice e sbrigativo di bypassare le discussioni e legittimare scelte non del tutto condivise".

"Ci chiediamo, pertanto - prosegue la nota dei sei iscritti al Partito democratico -, in quale sede sia stato discusso suddetto comunicato, visto che la maggioranza degli iscritti al PD locale ne ha appreso l’esistenza tramite chat e scambio di messaggi. Non entriamo nel merito del documento che, peraltro, cita una serie di inesattezze e segue una narrazione dei fatti artificiosa e parziale, omettendo alcune cose e ricostruendo parzialmente altre. Ci teniamo a ribadire che le prese di posizioni individuali uscite nei giorni scorsi sono scaturite a seguito di una intervista rilasciata dal Sindaco nella quale si definiva “delirante” la situazione e chiudeva di fatto la vicenda.In qualità di iscritti al Partito Democratico Crespina Lorenzana, pertanto, prendiamo le distanze dal comunicato firmato dal segretario Bertini poiché elaborato senza una discussione con gli iscritti e senza il coinvolgimento di uno dei circoli componenti l’unione stessa".

"Troviamo anche pretestuosa e priva di fondamento l’accusa mossa nei confronti della Commissaria Valente - concludono - che fin dal primo momento si è impegnata attivamente per tentare di arrivare ad una soluzione concertata e condivisa mostrando sempre la massima disponibilità. E’ assolutamente falso sostenere che non ci sia stato un confronto fra il PD locale ed il PD provinciale. Questo è sempre avvenuto nel rispetto dei ruoli e delle competenze. Atteggiamenti come quello che sta portando avanti una parte del PD di Crespina Lorenzana, contraddistinti da arroganza e discriminazione formale e sostanziale, non possono essere ascritti ad un Partito come quello Democratico che fa della democrazia e del confronto le fondamenta della propria cultura politica basata sulla partecipazione attiva degli iscritti e dei simpatizzanti".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Previsto un momento pubblico di raccoglimento e ricordo, per salutare la dottoressa e assessora comunale scomparsa a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca