comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18°23° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 07 giugno 2020
corriere tv
Incidente Arezzo, al Tg1 le immagini dell'auto che sbanda prima dell'impatto

Attualità martedì 14 febbraio 2017 ore 16:45

Carismi, la corsa a tre

I vertici della Cassa di risparmio hanno incontrato i rappresentanti sindacali. Fiaschi: "Non ci sono chiusure all'orizzonte"



SAN MINIATO — Resta intricata e lontana dalla chiusura la ricapitalizzazione di Carismi. Ieri si è tenuto l'incontro tra i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Fabi e i vertici della banca.

"La banca ha convocato i sindacalisti aziendali - ha spiegato il segretario Fisac Cgil Claudio Fiaschi - per confermare le trattative in corso che sono Barent's e Credit Agricole".

Per il segretario Fidac l'offerta della cordata De Bustis si sarebbe raffreddata "perché  - come ha precisato - pare che uno dei finanziatori dell'operazione si sia defilato". 

Da palazzo Formichini hanno però confermato che tutte e tre le trattative restano in piedi ma il fondo Barent's è in vantaggio e vicino alla formulazione di un'offerta vincolante. Credit Agricole, il cui interesse è recente, sembrerebbe indietro proprio per aver avuto meno tempo a disposizione. La cordata De Bustis, essendo composta da più soggetti, avrebbe tempi più lunghi ma, da quanto spiegano dalla banca, sarebbe ancora seduta al tavolo delle trattative.

A quanto ci risulta la composizione dei capitali della cordata De Bustis sarebbe sì variata, ma a fronte di un'uscita di un finanziatore, altri ne sarebbero entrati facendo restare invariata o leggermente abbassata la cifra di 90-100 milioni di euro da sommare ai 40-50 milioni provenienti dal Fondo interbancario di garanzia.

Il destino della banca del cuoio resta però in alto mare. La telenovela continua: "Non si è parlato di date di chiusura - ha concluso Fiaschi - sia Barent's che Credit Agricole hanno come primo interlocutore Bankitalia".

Carismi ha necessità di una ricapitalizzazione da 150 milioni di euro circa. Nelle filiali lavorano oltre 600 dipendenti. 

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Cronaca

Attualità