Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA20°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 31 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lombardia, Bertolaso: «Tra i vaccinati con doppia dose zero morti da variante Delta»

Attualità lunedì 15 dicembre 2014 ore 14:42

Imu e Tasi, nuova scadenza

Firmato il decreto che fissa al 22 dicembre il termine di pagamento per i Comuni colpiti dal maltempo a settembre: tra questi San Giuliano e Vecchiano



SAN GIULIANO TERME — Il rinvio riguarda Imu, Tasi e altri adempimenti e versamenti tributari che ricadevano entro il 20 dicembre 2014 e che il ministro Padoan aveva sospeso con un decreto del 5 dicembre scorso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'11 dicembre. San Giuliano Terme e Vecchiano sono tra i 41 Comuni toscani coinvolti nel rinvio.

Con la firma del nuovo decreto di oggi, la nuova scadenza è, per tutti i tributi in questione, lunedì 22 dicembre 2014. 

Questo è il testo integrale del comunicato stampa diffuso oggi dal Ministero:

"Gli adempimenti e i versamenti tributari nei Comuni colpiti dalle alluvioni nei mesi scorsi e per i quali era stata prevista la sospensione fino al 20 dicembre 2014, devono essere effettuati in un'unica soluzione entro il 22 dicembre prossimo. La disposizione è contenuta in un decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze.

I Comuni interessati, indicati nei precedenti decreti di sospensione, sono localizzati in Liguria, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Veneto, Friuli Venezia Giulia e nella provincia di Foggia".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una drammatica verità venuta alla luce con la comparazione del Dna. Il cadavere trovato nelle campagne di Orzignano è di Francesco Pantaleo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Politica