QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10°12° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 23 febbraio 2019

Cronaca mercoledì 07 maggio 2014 ore 11:20

Intercity anche dopo giugno, lo conferma Lupi

Rispondendo a un'interrogazione della deputata 5 stelle Chiara Gagnarli, che ha appena depositato un'altra interrogazione su treni e ferrovie



PISA — "Gli intercity sulla dorsale Roma-Firenze continueranno a correre anche dopo giugno, la data della presunta soppressione minacciata da Trenitalia". Lo conferma il ministro dei Trasporti rispondendo a un'interrogazione della deputata M5S Chiara Gagnarli. 
"Il ministro, però - spiega ola deputata -, non si sbilancia nel confermare il loro passaggio del servizio 'a mercato', pagato in toto dai pendolari, al servizio 'universale', sovvenzionato dal Ministero stesso e fa marcia indietro persino sull’aumento del canone per l’esercizio del servizio Alta Velocità, del quale si attendeva oramai solo il decreto attuativo.

Di fatto, la sopravvivenza delle 5 coppie di intercity in questione non ci sembra così scontata come rassicura il Ministro, anche perché uno dei sistemi da loro individuato che avrebbe potuto salvare questi treni, era l’introduzione di una maggiorazione di prezzo sul servizio dell’alta velocità, per il quale il Ministro stesso ora si dice contrario. Ci chiediamo per quale motivo allora il Governo ha stabilito di introdurre quel sovrapprezzo al canone dovuto per l'esercizio dei servizi ad alta velocità, per sostenere i servizi a media e lunga percorrenza, se oggi ritiene che possa comportare un impatto insostenibile sulla concorrenza del servizio AV, tra i più costosi d’Europa”.

Questa mattina la deputata 5 stelle ha "depositato un’altra interrogazione per chiedere al ministro Lupi come mai ai periodi prefestivi e festivi, quando il traffico dei pendolari aumenta, corrispondono sempre soppressioni di treni, quando a rigor di logica dovrebbe essere il contrario. Mi auguro che la considerazione dei pendolari, non sia la stessa che il ministro sta dimostrando con queste ultime incomprensibili soppressioni nei periodi di più alta necessità”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità