Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 26 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Dobbiamo chiuderci in una stanza a pane e acqua per la soluzione»

Cronaca domenica 18 febbraio 2018 ore 12:20

Resta grave il giovane investito sull'Arnaccio

Il 24enne falciato la notte scorsa in località Biscottino da un'automobilista pirata, poi costituitasi, camminava a bordo strada con un'amica



LIVORNO — I carabinieri di Collesalvetti, che hanno fatto i rilievi, ipotizzano che Massimo Arena, 24enne di Ardea in provincia di Roma, si trovasse al Biscottino perché in cerca di un rave party, a quanto pare però programmato non la notte dell'incidente, fra venerdì e sabato, ma la notte successiva.

Arena camminava a bordo strada lungo l'Arnaccio in compagnia di un'amica, quando è stato falciato da un'auto subito allontanatasi. Per la ragazza sono stati momenti drammatici: lievemente ferita, sotto choc e senza cellulare non è stata in grado di chiamare i soccorsi. La telefonata al 118 è arrivata una ventina di minuti più tardi, grazie all'arrivo sul posto di altri ragazzi, anch'essi a piedi, probabilmente in cerca della stessa festa rave.

Dopo che Massimo Arena era già arrivato al pronto soccorso di Livorno in gravissime condizioni, alla caserma dei carabinieri di Stagno si è presentata una 26enne di Tirrenia, di fatto confessando di aver investito il giovane un'ora prima. La ragazza, sottoposta ai test di rito, è risultata positiva ai cannabinoidi. 

Arena è stato sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia e resta ricoverato in prognosi riservata. L'automobilista di Tirrenia è stata invece denunciata per lesioni gravissime.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allarme è scattato quando nel complesso militare di San Piero a Grado si è udito uno sparo. L'ipotesi più accreditata è il suicidio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità