comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 27 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lady Mastella e la lite con gli Europeisti: «Ecco perché me ne sono andata»

Politica lunedì 06 luglio 2020 ore 15:54

Spiagge di ghiaia, Fratoni replica a Conti

Lavori di spianatura alla spiagge di ghiaia a Marina di Pisa (foto di repertorio)

Scontro Regione-Comune per i ritardi nell'intervento a Marina. L'assessora regionale: "Concordato con il Comune". Il sindaco: "Colpevoli ritardi"



PISA — “L’attività sulle spiagge di ghiaia a Marina di Pisa, prevista per i prossimi giorni, è stata concordata con il Comune di Pisa in un incontro che si è svolto il 3 giugno scorso. Suona dunque assai singolare l’uscita sulla stampa del sindaco. A meno che non si mettano nel conto i calcoli elettorali”. Queste le parole dell'assessora regionale all’ambiente, Federica Fratoni, intervenendo sulle polemiche per i ritardi nei lavori di spianatura delle spiagge di ghiaia, sollevate dal sindaco Michele Conti e sostenute da vari esponenti toscani della Lega e di Fratelli d'Italia.

“Abbiamo concluso quell’incontro, al quale erano presenti l’assessore comunale Raffaele Latrofa e per la Regione il responsabile del Genio Civile Valdarno inferiore Francesco Pistone - ha ricordato Fratoni -, tutti d’accordo sul fatto che i lavori sulla scogliera sarebbero stati realizzati a settembre mentre la spianatura delle spiagge di ghiaia avviata appena possibile, compatibilmente con le procedure tecniche di affidamento lavori”.

In realtà, ha fatto presente ancora Fratoni, la legge regionale 80 del 2015 assegna ai Comuni la competenza delle opere di manutenzione direttamente connesse e funzionali alla gestione del demanio marittimo, con particolare riferimento ad interventi di riprofilatura stagionale della spiaggia oppure ad altri interventi di manutenzione che mantengano le corrette condizioni di utilizzo del demanio marittimo.

Un intervento, dunque, per il quale il Comune avrebbe potuto intervenire direttamente, cosicché l'assessora regionale ipotizza che gli attacchi alla Regione siano partiti più che altro per questioni di campagna elettorale.

“E’ facile pertanto intuire che lo stendimento delle spiagge di ghiaia sulla fascia costiera demaniale, a maggior ragione in quanto effettuato ai fini della fruibilità della spiaggia, rientri esattamente nelle competenze assegnate alle amministrazioni comunali - ha ribadito Fratoni -. Tuttavia in spirito di collaborazione tutti gli anni la Regione ha svolto questa attività al posto del Comune per velocizzarne la realizzazione. Non solo, ha anche sempre individuato risorse proprie o statali, come in questo ultimo caso, per la copertura finanziaria degli interventi. Ora, quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, gli atti di finanziamento dell’intervento sono stati approvati solo il 19 giugno e il fatto che il Genio civile sia ad oggi già in grado di partire con i lavori è indice di assoluta rapidità tenuto anche conto del contesto pandemco in cui ci muoviamo". 

Fratoni, infine, ha ricordato che "come sempre la Regione e i suoi uffici si rendono disponibili a collaborare con tutti i Comuni per mitigare i disagi e gli impatti indotti dai cantieri e trovare soluzioni che possano venire incontro al regolare svolgimento della stagione estiva”.

Ma per il sindaco Conti le parole di Fratoni suonano come una conferma. "Le parole dell’assessore Fratoni sulla spianatura delle ghiaie a Marina di Pisa – così il primo cittadino - confermano i colpevoli ritardi della Regione. E’ bene precisare che finanziamento, gara di appalto, progettazione e direzione dei lavori sono tutti in capo alla Regione Toscana".

"Il Comune di Pisa, al momento - ha aggiunto Michele Conti -, non può fare altro che subire le decisioni e le tempistiche regionali che penalizzano il turismo balneare di Marina di Pisa, visti i tempi con cui verranno realizzati questi lavori di spianatura. Lavori che, ribadisco, dovevano essere fatti prima dell’inizio della stagione estiva. Nonostante questo, in tempi congrui, i nostri uffici hanno fatto più di un sollecito per anticipare l’inizio dei lavori. Fino ad arrivare alla riunione del 3 giugno in cui l’amministrazione comunale è venuta a conoscenza che la gara per la spianatura era stata già assegnata dalla Regione a una ditta che avrebbe iniziato i lavori a breve. Comprensibili i ritardi dovuti alla pandemia, ma perché si è perso più di un mese dal 3 giugno al 13 luglio? Perché la Regione ritarda sistematicamente dimostrando disinteresse per il nostro Litorale

"Non credo che la Regione Toscana avrebbe fatto i lavori, come sta facendo, se non fossero stati di sua competenza - ha concluso il sindaco -. Per l’anno prossimo mi auguro che si possa fare una convenzione o un atto chiaro che affidi integralmente al Comune la gestione e le risorse necessarie a eseguire i lavori. Solo in questo modo per l’estate 2021, dopo anni, le ghiaie a Marina saranno spianate in tempi congrui".

Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità