Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 25 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Cultura venerdì 27 ottobre 2023 ore 17:17

Mostre e murales, Pisa è capitale della street art

Al via il Festival della strada: l'arte urbana protagonista in città con due mostre a Palazzo Blu, installazioni e murales



PISA — Il Festival della strada trasforma Pisa nella capitale della street art. Da oggi fino al 7 Gennaio Pisa sarà una grande galleria d'arte, con mostre, installazioni e murales.

Ideato da Gian Guido Grassi con l’associazione Start Attitude e promosso da Fondazione Palazzo Blu e Fondazione Pisa, il Festival della Strada si articola attorno a più mostre, installazioni diffuse, talk, workshop e la realizzazione di nuovi murales, con il contributo del Consiglio della Regione Toscana e del Comune di Pisa.

Nell'ambito del festival, palazzo Blu ospita due mostre, in dialogo con quella dal titolo Le Avanguardie, in corso dal 28 Settembre 2023 al 7 aprile 2024.

In esposizione le opere dell'artista brasiliano Eduardo Kobra, uno degli street artist più noti al mondo e autore, tra le altre numerose opere, del David di Michelangelo dipinto in cima alle cave di Carrara. Nella Sala della Biblioteca l'artista brasiliano ha creato una contemporanea Scuola di Atene, attingendo dai ritratti degli Avanguardisti. La dimora nobiliare del palazzo ospita invece le opere degli artisti 108, Moneyless, Etnik, Zed1, Aris, Gio Pistone, Massimo Sospetto, che rileggono lo stile Bauhaus attraverso una collettiva di arte applicata.

 “È interessante - commenta il presidente della Fondazione Palazzo Blu Cosimo Bracci Torsi - come l’opera di Eduardo Kobra si integra con la mostra sulle avanguardie attualmente in corso. Guardandoci intorno possiamo vedere ritratti di molti dei protagonisti della pittura del 900, oltre alla reinterpretazione di alcune tra le loro opere più celebri. C’è la Gioconda di Duchamp, e poi ci sono Picasso, Chagall, Dalì e Mondrian, quest’ultimo esposto proprio in questi giorni a Palazzo Blu. Una bellissima integrazione per Le Avanguardie, e un modo di promuovere l’arte urbana, sempre più presente all’interno delle istituzioni culturali e sempre più importante".

La Chiesa della Spina ospiterà invece l’installazione “Non Plus Ultra”, di Gonzalo Borondo, artista spagnolo classe 1989. L'opera è composta da 35 lastre di vetro stampate ciascuna delle quali ospita due immagini grafico pittoriche: una colonna e una figura di spalle con le braccia distese, che rimanda all’iconografia della crocifissione. Un labirinto trasparente di segni e simboli per riflettere sul concetto di limite, sulla sua negazione, sul bisogno sacro dell’uomo di varcare la soglia del conosciuto e della logica, di superarsi e proiettarsi all’infinito.

Grazie anche al contributo del Consiglio della Regione Toscana, durante il periodo del Festival della Strada molti degli artisti coinvolti nelle mostre temporanee saranno coinvolti anche nella realizzazione di nuovi murales nel quartiere di Porta a Mare, andando a cementare la nuova identità di questa area come distretto d’arte urbana e museo a cielo aperto.

“Il Festival della Strada  - commenta il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo- trasformerà Pisa nella capitale italiana della street art. Vorrei ringraziare l’associazione Start per aver realizzato questo importante evento a cui parteciperanno artisti di fama internazionale. La Street art per il suo valore artistico e al tempo stesso per le forti ricadute sociali merita un’attenzione sempre più crescente da parte delle nostre Istituzioni, tanto che come Consiglio Regionale ci abbiamo investito molto col bando Ri-Generazione Toscana e con una legge regionale con cui abbiamo finanziato direttamente alcune opere che presto vedranno la luce anche a Pisa e Lucca. La street art ha anche la caratteristica unica di far entrare l’arte nella vita quotidiana delle persone, non serve andare al museo per ammirarla, riesce a rendere più belli i nostri quartieri ogni giorno.”

L’assessore alla cultura del Comune di Pisa Filippo Bedini ha parlato di "Un’iniziativa importante per la città perché si configura come un evento di riferimento nel settore dell’arte di strada ed ha l’ambizioso obiettivo di arrivare a collocare Pisa tra le capitali europee della street art. Il progetto prevede tra l’altro un percorso di musealizzazione permanente nell’area di Porta a Mare attraverso questa forma d’arte immediata e popolare che sicuramente può arricchire quartieri e zone periferiche della nostra città".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le fiamme hanno avvolto un annesso dell'attività e lambito due abitazioni al piano superiore. I vigili del fuoco hanno tratto in salvo gli inquilini
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica