Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ferrero perde le staffe in tv: il vaffa rivolto a Panatta

Cronaca mercoledì 29 settembre 2021 ore 17:00

Banconote segnate per incastrare il pusher

Pattuglia della polizia municipale in zona stazione

La Polizia Municipale impegnata in una lunga operazione finalizzata ad arrestare in flagranza di reato uno spacciatore. Un acquirente ha collaborato



PISA — Nuovo arresto per spaccio, in flagranza di reato, eseguito dalla Polizia Municipale pisana. L’operazione è iniziata alle 8.30 del mattino di ieri, quando una pattuglia di servizio in zona Stazione ha fermato un giovane di nazionalità italiana, trovato in auto con un pregiudicato di origini straniere, già noto alle forze dell’ordine. Condotti entrambi al Comando di via Battisti, gli accertamenti hanno confermato che lo straniero risultava essere irregolare sul territorio italiano e avere precedenti per spaccio, rapina e danneggiamento, mentre il giovane italiano ha confessato di essere lì per acquistare una dose di cocaina, che lo spacciatore aveva subito ingoiato alla vista della pattuglia, come raccontato da lui stesso.

Il giovane ha inoltre rivelato agli agenti che il giorno prima aveva comprato a credito una dose di stupefacente da un altro spacciatore in viale Gramsci, il quale lo aveva rapinato del cellulare che aveva con sé, pretendendo poi un riscatto, il pagamento di 40 euro per restituire il telefono. A questo punto è scattata l’operazione della Polizia Municipale, grazie alla piena collaborazione del giovane, per cogliere sul fatto lo spacciatore in questione. 

"Organizzato l’incontro con l’estorsore - hanno riferito dalla Municipale -, il giovane ha accettato di pagare con 4 banconote da 10 euro siglate con la firma di un agente e fotocopiate, in modo da essere riconosciute. Ai tavoli di un esercizio commerciale di viale Gramsci, il giovane italiano si è presentato all’appuntamento organizzato, ma lì non ha trovato il suo estorsore, ma un altro spacciatore di nazionalità straniera. Il giovane, avendo deciso di utilizzare le banconote segnate per comprare stupefacenti, si è spostato nella vicina via Vespucci insieme allo spacciatore, dove è avvenuto lo scambio della dose con i 40 euro segnati. Gli agenti della Municipale in borghese che hanno assistito alla scena hanno fermato il ragazzo con in mano ancora la dose di cocaina e poi hanno individuato lo spacciatore che nel frattempo era tornato ai tavoli del bar, dove altri agenti in borghese lo aspettavano per fermarlo".

Una volta perquisito, lo spacciatore è risultato in possesso di 5 banconote da 10 euro, delle quali 4 erano proprio quelle firmate e fotocopiate, e di una ulteriore dose di cocaina nascosta nel risvolto dei pantaloni. Tratto subito in arresto, l’uomo è stato processato per direttissima stamani dal Giudice del Tribunale di Pisa che ha convalidato l’arresto, condannandolo a 8 mesi di reclusione con possibilità di patteggiamento

Avendo scelto di patteggiare l’uomo sarebbe tornato in libertà con la condizionale, ma è stato invece accompagnato all’Ufficio Immigrazione della Questura di Pisa per essere accompagnato al CIE ed espulso immediatamente, in quanto la sua posizione non era regolare sul territorio italiano.

“Sono già 18 gli arresti effettuati dalla Polizia Municipale di Pisa da giugno ad oggi – ha commentato l’assessora comunale alla sicurezza Giovanna Bonanno -. L’operazione è stata eseguita a pochi giorni di distanza dall’arresto di altri due spacciatori, fermati in zona Vettovaglie e risultati destinatari del provvedimento di espulsione, di cui uno eseguito immediatamente. In tutti e tre i casi si è trattato di spacciatori con numerosi precedenti per spaccio di stupefacenti, violenze, rapine e danneggiamenti. Grazie all’intensa collaborazione con l’Ufficio Immigrazione della Questura di Pisa, per due di loro è scattata immediatamente la procedura di espulsione dal suolo italiano, mentre per il terzo rimane da eseguire il decreto, anche se è stato allontanato dal territorio del Comune di Pisa. Desidero esprimere i miei complimenti e un ringraziamento particolare agli agenti perché con queste brillanti operazioni stanno dimostrando che con volontà e professionalità è possibile contrastare la presenza degli spacciatori nella nostra città.”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi contagiati risiedono in gran parte nella zona del capoluogo ma ci sono casi anche in Valdera, comprensorio del Cuoio e alta Valdicecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Imprese & Professioni

Attualità

Cronaca

Attualità