Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA15°24°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Civili torturati, trincee, bunker e mitragliatrici come nel 1915: viaggio nella prima linea ucraina dopo Kherson lungo il fiume Dnipro

Politica martedì 24 maggio 2022 ore 17:10

"Base dei carabinieri, no alle furbizie"

L'ex centro radar a Coltano

Il segretario comunale del Pd, Andrea Ferrante, giudica lacunoso quando comunicato nell'assemblea alla Leopolda dal sindaco Conti e auspica chiarezza



PISA — Per Andrea Ferrante, segretario comunale del Partito democratico, "l'assemblea tenutasi ieri sera è stata un momento importante, seppur tardivo, di confronto con la città. Ha confermato, se ce n'era bisogno, la grande attenzione dell'opinione pubblica e la diffusa contrarietà al progetto presentato" dal ministero della Difesa, per una base dei carabinieri nel territorio pisano e, inizialmente, a Coltano.

"La riteniamo deludente, però - prosegue Ferrante -, per la totale mancanza di trasparenza e di impegni, soprattutto da parte dell'amministrazione comunale, su quanto avverrà d'ora in avanti. È mancata del tutto da parte del sindaco Conti una indicazione su quali saranno le ipotesi che il Comune, che ha la responsabilità primaria di rappresentare Pisa, porterà al tavolo di lavoro col Governo. Ieri sera non si sono affatto capite. Anzi, è emersa un'opinione favorevole a un intervento anche entro i limiti del Parco di importanti pezzo della maggioranza".

"Inaccettabile e fuorviante", per il segretario dem, "quanto detto dal Sindaco nella sua relazione introduttiva, soprattutto quando ha asserito che il Comune lavora per la partecipazione e contro il consumo di territorio. Niente di più falso! In queste settimane l'amministrazione sta procedendo a tappe forzate, alla chetichella e senza alcun confronto con la città, all'approvazione del nuovo Piano Strutturale. Per Pisa si tradurrà in una colata di cemento su un'enorme quota del suo territorio. Decine e decine di ettari, comprese le aree attigue e interferenti col Parco verso cui riemerge - e come! - l'ostilità storica delle destre pisane".

"Non si possono spacciare per processo partecipativo le parate - osserva Ferrante -, e nemmeno una discussione come quella di ieri, ricca di interventi ma completamente monca di una conclusione in cui chi di dovere rivelasse le sue intenzioni per il futuro. Non possiamo accettare questo furbo gioco delle tre carte, poco rispettoso verso i cittadini e la loro buona fede".

"Il Pd ed il Cantiere Aperto delle forze progressiste - ricorda in conclusione il segretario comunale del Partito democratico -, hanno ribadito con chiarezza la loro posizione. Il progetto non dovrà in nessun modo coinvolgere il Parco, né in tutto, né in parte. Dovrà essere ridimensionato all'essenziale, nelle superfici, nelle cubature e nell'investimento. Dovrà poi partire dal riuso delle strutture già esistenti e oggi sottoutilizzate, in un piano organico. E dovrà tendere al minimo consumo di nuovo territorio, a cui attingere solo se dimostratamente motivato, con le opportune compensazioni e dopo averne discusso a fondo.

Conti ci dica intanto se su questo siamo d'accordo o se pensa ancora, come hanno dimostrato di pensare ancora i suoi più importanti alleati, che dentro al Parco, magari anche a Coltano, qualche pezzo di base ci possa andare. E ci spieghi cosa intende, nel dettaglio, per "spacchettamento" e "rigenerazione urbana", termini usati in modo ambiguo e per niente rassicurante. Infine, dato che ora dice di essere - bontà sua - paladino della partecipazione, ci spieghi come intende realizzarla, in una forma che non sia caotica e inconcludente, e cioè solo di facciata. Ci si accorge, ora, di come manchi uno strumento come quello dei Consigli territoriali, colpevolmente abrogati de facto, che avrebbero consentito un confronto costante e strutturato e avrebbero preservato dei processi obbligati di trasparenza, informazione e confronto. Sarà stato per caso?"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati, aggiornati alle ultime 24 ore, emergono dal monitoraggio regionale che fa il punto sull'andamento dell'epidemia in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità