Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:PISA11°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Politica mercoledì 22 gennaio 2020 ore 15:16

Calo passeggeri Galilei, interrogazione in Regione

Il consigliere regionale Pieroni ha presentato un’interrogazione sul calo di passeggeri del Galilei. “Preoccupazione per eventuali ricadute negative"



PISA — Il consigliere regionale Pd Andrea Pieroni mette sotto la lente il calo dei passeggeri dell’aeroporto di Pisa presentando un’interrogazione in Regione.


Nel testo si chiede quali siano i motivi della flessione dei passeggeri riscontrata nel 2019. I dati di Toscana Aeroporti dei primi nove mesi del 2019 vedono il traffico di Pisa (4.255.589 passeggeri) a -1,9% rispetto allo stesso periodo del 2018 e due collegamenti (Trapani e San Pietroburgo) sono stati interrotti con conseguente calo di traffico. Al contrario i passeggeri del Vespucci di Firenze (2.195.248, la metà di quelli pisani), aumentano del +3,4% rispetto al 2018. Dati confermati a novembre 2019 con -1,7% del traffico di Pisa e il +4% di Firenze.

Se il sistema aeroportuale toscano vuole diventare il terzo polo in Italia (almeno 11 milioni di passeggeri), devono essere garantiti gli opportuni investimenti per proiettare Pisa verso i 7 milioni di passeggeri.

“Preoccupazioni che si estendono ai lavoratori – dice Pieroni – dato che si stima che ogni milione di passeggeri richieda circa un migliaio di addetti tra diretti e indotto".
“Rimane centrale poi la questione dei collegamenti ferroviari con Firenze – prosegue –: impiegare nuove vetture, più idonee anche ai movimenti turistici, ridurre i tempi di percorrenza e riorganizzare la tratta conciliando i collegamenti diretti con il pendolarismo. Se investiamo su Pisa quale aeroporto intercontinentale e su Firenze come city airport il Galilei e il Vespucci sarebbero davvero complementari, evitando una concorrenza deleteria che alla fine avvantaggerebbe Bologna”.

“Dunque è opportuno sapere cosa intenda fare Toscana Aeroporti per valorizzare lo scalo internazionale di Pisa dal punto di vista dei voli, dei servizi e degli investimenti infrastrutturali necessari al suo potenziamento. E a che punto si trovano gli investimenti previsti, di circa 65 milioni di euro, per la qualificazione dello scalo di Pisa e come intenda attivarsi la Regione nei confronti di Toscana Aeroporti per velocizzare l’avvio degli interventi programmati. Lavori previsti per l'estate 2019, per i quali urgono rassicurazioni circa l'annunciato avvio a marzo 2020", conclude Pieroni.

Sull'argomento sono tornati anche Amici di Pisa e comitato piccoli azionisti di Toscana Aeroporti: 

"Da mesi gli Amici di Pisa segnalano i preoccupanti dati negativi del Galilei. Lo hanno fatto avvisando i Soci Pubblici: Comune, Provincia e Camera di Commercio; ottenendo poca o scarsa considerazione e recentemente interpellando anche il Presidente di ENAC Zaccheo. I numeri parlano chiaro. In attesa dei dati definitivi del 2019, nei primi 11 mesi dell’anno, l’aeroporto pisano, dopo anni di continua ed ininterrotta crescita, registra un calo del 1,7%, con un divario di -5,7% dallo sviluppo medio nazionale del +4%, superato da Firenze,col +4,9%, nonostante le lamentele sulla pista e sui dirottamenti".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corteo organizzato dal comitato Porta Fiorentina e dall'associazione Sguardo di vicinato ha sfilato da via Cattaneo fino in zona stazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca