Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:PISA13°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Festa Leclerc: tutti in acqua dopo il trionfo, tuffo anche per il team principal

Attualità mercoledì 27 marzo 2024 ore 14:50

Cantiere ai Passi, ecco come sarà il nuovo asilo

Bioarchitettura ed ecosostenibilità le parole chiave della nuova struttura che sarà realizzata in via Cuoco. Ospiterà fino a 60 bambini



PISA — Un nido nuovo e moderno per 60 bambini. Sono in corso i lavori per la demolizione e ricostruzione del nido di via Cuoco, nel quartiere I Passi. L'opera permetterà di realizzare una nuova struttura a basso consumo energetico e in grado di accogliere un maggior numero di bambini.

In questi giorni, il vicesindaco Raffaele Latrofa ha fatto visita al cantiere per verificare l’andamento dell'intervento accompagnato dal responsabile dei lavori Stefano Garzella. 

L'intervento è finanziato con oltre 2 milioni di euro, di cui 1,8 milioni di fondi del Pnrr e i restanti da risorse comunali. "Con un piccolo investimento da parte del Comune - sottolinea Latrofa- si va a realizzare un'opera attesa da tanti anni in questo quartiere, un asilo nido che sarà completamente nuovo, realizzato secondo criteri innovativi ed ecosostenibili. Una struttura nuova e moderna che si inserirà all’interno di un quartiere che è stato fortemente riqualificato, in cui abbiamo investito molto in questi anni realizzando interventi urbanistici importanti come una nuova piazza, spazi verdi, nuovi edifici con destinazione sociale e opere di urbanizzazione come marciapiedi, strade e piste ciclabili”.

La nuova struttura sarà realizzata privilegiando l’uso di materiali ecocompatibili e criteri della bioarchitettura e sarà composta da tre unità funzionali autonome da destinare a due gruppi di bambini divezzi e uno di lattanti. 

"La struttura - spiega Latrofa- verrà traslata rispetto alla planimetria attuale, sarà realizzato un giardino di dimensioni maggiori all'ingresso, mantenendo ovviamente il secondo spazio verde presente sul retro. Dopo le demolizioni partiranno gli scavi, le nuove fondazioni e seguendo il cronoprogramma tutti i passaggi previsti per arrivare nel 2026 alla nuova costruzione terminata e collaudata”.

Il progetto. Il nuovo edificio, a pianta rettangolare a sviluppo lineare con ingresso collocato in posizione centrale, è costituito da un piano fuori terra, caratterizzato dalla presenza di tre chiostre interne e di una copertura a falde. Il nuovo edificio sarà suddiviso in tre unità funzionali: due destinate a bambini divezzi e una destinata a lattanti. Dal punto di vista funzionale, il progetto prevede di creare unità autonome, che includono spazi destinati ad aule, zona pranzo, spazio sonno, oltre a servizi igienici e ambienti per laboratori tematici. Lo spazio di ingresso è caratterizzato dalla presenza di una grande loggia coperta, con spazio dedicato al deposito dei passeggini. Una bussola di ingresso consente di creare uno spazio con funzione di filtro termico. Accanto allo spazio di ingresso sono collocati lo spogliatoio per bambini e lo spazio di accoglienza per genitori, con servizio igienico e spazio per l’allattamento. 

Lo spazio centrale dell’asilo è costituito dall’agorà, un’area comune multifunzione sulla quale affacciano le unità funzionali delle varie sezioni e che funge da elemento distributivo principale. Lo spazio dell’aula dedicato al pranzo si affaccia su una piccola corte interna, accessibile dallo spazio comune dell’agorà attraverso una vetrata. Infine la sezione è costituita dall’angolo morbido, dagli spazi dedicati alla didattica e dall’area riposo, realizzata in ambiente separato. L’unità funzionale è dotata di vetrate che consentono l’uscita verso il giardino scolastico. Le chiostre esclusive delle aule sono visivamente connesse e accessibili con lo spazio dell’agorà mediante ampie vetrate.

Per l’impiantistica è previsto riscaldamento a pannelli radianti a pavimento alimentato con pompa di calore, impianto solare termico con accumulo per la produzione di acqua calda sanitaria, impianto di trattamento dell’aria con recuperatori di calore e impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica. L’area a verde accoglie il dislivello con lievi pendenze, garantendo la completa accessibilità. La progettazione degli spazi esterni tiene di conto delle alberature esistenti, che saranno salvaguardate. Gli spazi esterni a verde sono suddivisi in due parti: il giardino a ovest degli spazi scolastici, direttamente accessibili dalle aule e il giardino ad est, in prossimità dell’ingresso scolastico. L’importo totale del quadro economico è di 2.055.413 euro di cui 1.764.542 finanziati con fondi PNRR e fondi europei e 290.871 finanziati con fondi comunali, corrispondenti al 14% dell’intero importo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I Nas riscontrano pessime condizioni igienico sanitarie in un ristorante: è scattata immediatamente la chiusura del locale da parte dell'Ausl
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità