Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:55 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 07 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Prima della Scala 2021, il protagonista di «Macbeth», Luca Salsi, bloccato dai controlli

Cronaca sabato 08 febbraio 2020 ore 17:10

Coronavirus, controlli agli sbarchi

Impegnati i volontari delle Misericordie, appositamente formati, per la misurazione della temperatura corporea e personale medico e infermieristico



PISA — Ci sono anche i medici volontari del Gcu-Gruppo di chirurgia d’urgenza per interventi di protezione civile Onlus di Pisa fra il personale attivato dalla Protezione civile nazionale tramite l’Usmaf-Ufficio sanitario marittimo di aereo e di frontiera per effettuare i controlli agli sbarchi dei voli internazionali all’aeroporto Galilei

Al momento sono quattro i medici volontari del gruppo, presieduto dalla dottoressa Augusta Nepi, che hanno dato lo loro disponibilità, a titolo gratuito, a svolgere gli eventuali controlli clinici sui passeggeri che manifestassero, in base ai protocolli di sicurezza attivati a livello nazionale e recepiti da tutte le strutture sanitarie, una sintomatologia meritevole di una valutazione clinica. A quel punto scatterebbe la fase del controllo medico, che avverrebbe in un’area dedicata e lontana dagli sbarchi, e tutti i successivi passaggi previsti nei casi di sospetta infezione da Coronavirus. 

Al pari degli infermieri, che sono messi a disposizione dalle associazioni di volontariato, tutto il personale medico del Gcu è stato quindi dotato di tutti i dispositivi di protezione e sicurezza previsti dai protocolli nazionali per questa emergenza rappresentata dal Coronavirus.

La temperatura viene misurata ai passeggeri con un termometro laser e a ciascun viaggiatore sarà chiesta la provenienza e l'eventuale sintomatologia. In caso di temperatura superiore ai 37,5 gradi e di provenienza da zone a rischio, sarà allertato il 118 per il trasferimento in uno degli ospedali di riferimento, cioè dotato di un reparto di malattie infettive.

Ad operare in prima linea ci sono le Misericordie Pisane: "Come in tutti I maggiori aereoporti italiani circa dieci volontari formati e dotati di appositi strumenti, saranno impegnati in una task force richiesta dal Dipartimento di Protezione Civile per monitorare tutti i passeggeri in transito al Galilei
Questo per individuare immediatamente casi sospetti e prevenire la diffusione
Gli stessi saranno impegnati per tutta la fascia oraria di operatività dell’aerostazione", è stato spiegato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il celebre cantautore romano e le sue canzoni accompagneranno la città della Torre verso il 2022. Concerto in piazza dei Cavalieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità