Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:PISA20°26°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vanessa Ferrari: «Puntavo all'oro, ma è arrivato un bellissimo argento. Più di così non potevo fare»

Lavoro giovedì 15 aprile 2021 ore 14:00

Crescere in digitale per aziende e giovani "Neet"

Oltre 50 imprese della provincia di Pisa pronte ad ospitare per un tirocinio remunerato di sei mesi giovani che non hanno impiego né lo cercano



PISA — Sono già più di 50 le imprese della provincia di Pisa interessate ad ospitare giovani tra i 15 e i 29 anni che vogliono acquisire o rafforzare le loro competenze digitali attraverso un tirocinio extracurriculare di sei mesi, con un rimborso di 500 euro mensili finanziato dal programma Garanzia Giovani. L’iniziativa, rivolta a giovani usciti dal percorso scolastico e che ancora non lavorano (i cosiddetti Neet), si chiama Crescere in Digitale (Cid) ed è promossa da Anpal (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro) ed attuata da Unioncamere in partnership con Google per favorire, attraverso l'acquisizione di competenze digitali, l'occupabilità di giovani che non studiano e non lavorano e investire sulle loro competenze per accompagnare le imprese nel variegato, e sempre in movimento, mondo del digitale. A Pisa il progetto è gestito dalla Camera di Commercio in collaborazione con Fondazione per l’innovazione e lo sviluppo imprenditoriale Isi.

Il primo passo per accedere al programma è quello di iscriversi a Garanzia Giovani e poi, sempre gratuitamente, al corso online Crescere in Digitale di oltre 50 ore realizzato da Google al termine del quale è previsto un test, sempre online. Una volta concluso il corso e superato il test, i giovani NEET possono accedere ai “laboratori” organizzati dalla Camera di Commercio: si tratta di incontri (in questo periodo online) di orientamento e formazione specialistica nei quali le aziende conoscono e selezionano i giovani digitali, per il tirocinio presso la loro azienda. Per saperne di più si può contattare la Fondazione Isi, braccio operativo della Camera di Commercio di Pisa per questa iniziativa, allo 050-503275 ovvero info@fondazioneisi.org.

Tutte le imprese pisane possono candidarsi ad ospitare un tirocinante registrandosi al link https://www.crescereindigitale.it/imprese/ e poi selezionare il giovane tirocinante durante i gli appositi laboratori. Le aziende possono ospitare uno o più tirocinanti, retribuiti da Garanzia Giovani, sostenendo solo eventuali oneri previsti per legge (Inail, Irap, Rc).

 “Con il progetto Crescere in Digitale, la Camera di Commercio e la Fondazione ISI vogliono dare un sostegno concreto ai giovani NEET e alle imprese della provincia di Pisa nella transizione verso il digitale. I giovani –  ha commentato il segretario generale della Camera di Commercio di Pisa, Cristina Martelli - potranno vivere un’esperienza professionalizzante che li porterà ad acquisire in modo del tutto gratuito le competenze offerte da uno dei leader mondiali della digital economy. Per accedere al mondo del lavoro il possesso di competenze digitali è ormai indispensabile. I dati del Sistema informativo Excelsior prevedono infatti che oltre 2 milioni di occupati in ingresso in Italia nei prossimi 5 anni dovranno sapere utilizzare le tecnologie internet e gli strumenti di comunicazione visiva e multimediale. Anche le imprese grazie alle conoscenze di questi giovani, potranno gratuitamente iniziare o rafforzare la loro presenza on line, ormai necessaria in ogni settore produttivo e di servizi".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore. Oltre il 75 per cento dei nuovi contagi si è verificato tra bambini, ragazzi e giovani sotto i 35 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca