Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 23 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Remuzzi:«Le cure domiciliari non sono un'alternativa al vaccino»

Attualità mercoledì 08 dicembre 2021 ore 10:20

Le classi in dad, ma non c'entra il Covid

Il liceo "Giosuè Carducci" di Pisa (foto di repertorio)

Dopo le occupazioni dei giorni scorsi in alcune scuole superiori della città, ancora didattica a distanza. Al "Carducci" caldaia in tilt e aule fredde



PISA — La caldaia non funziona e gli studenti tornano alla didattica a distanza. Succede al liceo "Giosuè Carducci" di Pisa, dove il malfunzionamento del riscaldamento dell'edificio scolastico ha costretto la preside a optare per la dad per la giornata di domani per le classi della sede centrale. Già nei giorni precedenti, gli alunni avevano protestato per le temperature rigide all'interno delle aule.

Come riportato da Il Tirreno non è escluso che la didattica a distanza essere prolungata ulteriormente.

Il problema dei riscaldamenti e delle temperature nelle scuole si unisce a quello delle più recenti occupazioni. Come avvenuto al liceo "Filippo Buonarroti", dove una settimana di autogestione da parte degli studenti ha portato a contare numerosi danni all'interno dell'edificio.

In questo caso, come evidenziato ancora da Il Tirreno, si è attualmente alla ricerca delle webcam, che potrebbero essere state nascoste nella scuola e che, se rinvenute, consentirebbero il riconoscimento dei colpevoli. In ogni caso, da domani, gli studenti faranno ritorno in classe.

I motivi della protesta, però, rimangono. Perché nel documento di fine occupazione i ragazzi hanno condannato i disordini, accusando soggetti esterni, ma hanno ribadito quanto specificato nei giorni scorsi. Il sovraffollamento e la mancanza di aule e spazi idonei, il degrado in cui versa l'edificio e la scarsa presenza di impianti multimediali, come già detto a inizio occupazione, sono le principali ragioni della protesta


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Incremento stabile rispetto a ieri. In Toscana le positività al Coronavirus accertate nelle ultime 24 ore sono 12190
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport