Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:PISA12°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Politica venerdì 09 aprile 2021 ore 12:30

Dighe di Marina, voto unanime in Regione

I lavori in corso a Marina di Pisa

Il sì in commissione Territorio e ambiente, presieduta da De Robertis (Pd), alla mozione di Meini (Lega) e Petrucci (FdI), emendata



PISA — Il presidente e la giunta regionali sono impegnati a sollecitare la realizzazione delle due barriere non ancora costruite delle cinque già programmate e finanziate a Marina di Pisa. Sono impegnati, inoltre, a verificare l’efficacia e l’efficienza delle barriere soffolte presenti, prendendo in considerazione anche la possibilità di aumentarne la sezione e/o realizzarne di nuove più distanti dalla linea di costa, come indicato da tecnici ed esperti. E’ quanto prevede una mozione licenziata all’unanimità dalla commissione Territorio ed ambiente della Regione Toscana, presieduta da Lucia De Robertis (Pd).

La mozione nasce dal testo presentato dai consiglieri Elena Meini (Lega) e Diego Petrucci (FdI) in seguito alle forti mareggiate del Gennaio scorso, che hanno provocato una sorta di “inondazione” di ghiaia della strada adiacente il litorale. I rilievi aerofotogrammetrici (tramite drone), batimetrici e di indagine del fondale hanno individuato diffusi fenomeni erosivi sui fondali davanti la linea di riva, che in alcuni casi si sono abbassati di un metro, ed uno spostamento dei sedimenti verso le profondità maggiori o verso i punti più protetti dall’azione del moto ondoso. Per quanto riguarda la parte emersa, è stato riscontrato un generale arretramento della linea di riva ed un abbassamento del volume della spiaggia.

Nel corso del dibattito il consigliere Fausto Merlotti (Pd) ha ricordato che l’assessore all’Ambiente il 19 Febbraio ha convocato il tavolo regionale sull’erosione costiera, cui partecipano i comuni costieri, le associazioni di categoria, il Lamma, Arpat e le strutture regionali competenti per la definizione degli interventi di ripristino e riprofilatura poi approvati con un primo stralcio del documento operativo. I lavori per un importo complessivo di 740 mila euro termineranno alla fine di Giugno.

Il confronto si è concluso, su proposta della presidente De Robertis, con alcuni emendamenti al testo presentato, che hanno permesso di licenziarlo all’unanimità.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I report di Regione e Asl segnalano 71 nuove positività in provincia di Pisa. Ecco i numeri che fotografano le ultime 24 ore
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS