Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:27 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 23 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dal patto del Nazareno all'elezione di Mattarella, i giorni del Quirinale - Il videoracconto

Attualità martedì 09 novembre 2021 ore 13:50

Folgore e 46a impegnate in Niger

Missione in Africa per Esercito Italiano, Carabinieri e Aeronautica Militare, coinvolti nell'addestramento dei paracadutisti nigerini



PISA — Con il supporto di un C27J della 46a Brigata Aerea di Pisa, sono iniziate tre giorni fa in Niger le operazioni della terza sessione di attività aviolancio paracadutisti, per addestrare il battaglione paracadutisti delle Forze di Sicurezza nigerine.

Le operazioni di addestramento si avvalgono della partecipazione dalla Folgore, che impiega in Niger l'8° Genio Paracadutisti e il 187° Reggimento. Si tratta, nello specifico, del Mobile Training Team della Difesa italiana, composto da Esercito e Carabinieri.

Per questa sessione sono previsti un totale di 900 lanci a favore di 152 aspiranti nigerini, tra cui anche le prime due donne aspiranti paracadutista, appartenenti sia a personale dell’Esercito che della Gendarmeria nigerina.

Il 6 Novembre, alla presenza del Comandante della Missione Bilaterale di Supporto in Niger, il Generale di Brigata Alessandro Grassano, sono iniziate le attività aviolancistiche, che si concluderanno il 15 Dicembre, dove in seguito dell’ultimo lancio, di questa 3a sessione annuale, verrà finalmente data la qualifica di paracadutista militare a tutto il personale che avrà superato la fase aviolanci.

"Il corso di paracadutismo militare - hanno spiegato dal Ministero della Difesa - rientra nel nuovo concetto d’azione della missione Misin che sta rivedendo e migliorando le capacità della controparte nigerina, passando da una tipologia addestrativa sviluppata per singoli moduli, al più complesso programma di sviluppo di capacità (capacity builging), step fondamentale per l’incremento della formazione individuale e collettiva dell’esercito nigerino.

Le attività della Misin si affiancano a quelle di altri paesi partner dell'Unione Europea e Nato che sono in Niger a supporto dei Paesi appartenenti al G5 Sahel (Niger, Mauritania, Mali, Burkina Faso e Chad), sempre più impegnati nel contrasto alla criminalità organizzata locale, alla lotta al terrorismo e ai traffici illegali di esseri umani.

La Missione Bilaterale di Supporto in Niger ha lo scopo di rafforzare la presenza nazionale nel Sahel in un’ottica multidimensionale, volta alla stabilizzazione dei paesi della regione attraverso il rafforzamento delle loro capacità di difesa, sicurezza e controllo del territorio, sia bilateralmente sia all’interno di strumenti multilaterali".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Incremento stabile rispetto a ieri. In Toscana le positività al Coronavirus accertate nelle ultime 24 ore sono 12190
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca