QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 9° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 23 febbraio 2019

Politica giovedì 05 luglio 2018 ore 14:34

Due giorni e Conti redistribuisce le deleghe

A 48 ore dalla presentazione degli assessori subito un mini-rimpasto. Mancavano temi importanti, che hanno portato Conti a una redistribuzione



PISA — Quando martedì il neo sindaco Conti si è presentato in sala Regia con la sua squadra di nove assessori, a qualcuno sono saltate all'occhio le poche deleghe affidate a ciascuno. In particolare mancavano temi piuttosto rilevanti, come ad esempio la mobilità e la protezione civile.

Ecco allora che a due giorni dalla presentazione della giunta, da palazzo Gambacorti è stata ufficializzata una nuova distribuzione delle deleghe, che in parte rettifica e in parte amplia le competenze dei singoli assessori. 

Il sindaco Michele Conti tiene per sé bilancio, partecipate, avvocatura e sport, delega che martedì era stata assegnata a Bedini. Alla vicesindaca Raffaella Bonsangue (Forza Italia) un sfilza di deleghe: affari generali, gemellaggi e cooperazione internazionale, pari opportunità, servizi e sistemi statistici, reti comunali, coordinamento delle politiche giovanili, rapporti con il consiglio comunale, partecipazione e decentramento, “Decreto 81” sicurezza e lavoro, patrimonio.

A Filippo Bedini (Nap-FdI) la responsabilità su politiche per l’ambiente, vigilanza e cura ambientale urbana partecipata, protezione e benessere degli animali, politiche per le energie rinnovabili e attuazione del Paes, manifestazioni storiche. All'altra esponende di Nap-Fdi in giunta, Rosanna Cardia, l'incarico per politiche socioeducative e scolastiche, promozione delle tecnologie digitali per la formazione, disabilità, educazione alle scienze e iniziative per la divulgazione scientifica, diritto allo studio universitario e presenza nel Cut (Università-Terriotorio).

A seguire le deleghe per i tre assessori in rappresentanza della Lega. Giovanna Bonanno: sicurezza cittadina, polizia municipale, contrasto alle mafie e cultura della legalità, personale, organizzazione delle risorse umane, semplificazione amministrativa, politiche di e-government e dell’impiego delle tecnologie digitali, monitoraggio attuazione del mandato amministrativo. Gianna Gambaccini: politiche sociali, cooperazione con la rete dei servizi sanitari territoriali, rapporti con la società della salute e terzo settore, politiche a sostegno della famiglia e politiche abitative. Andrea Buscemi: cultura, iniziative e istituzioni culturali, beni culturali e sistema museale, rapporti con l’associazionismo culturale.

Piuttosto delicate le deleghe ai due indipendenti. A Massimo Dringoli competenze su urbanistica, recupero e riuso del patrimonio edilizio esistente, edilizia privata e obilità urbana. A Paolo Pesciatini la responsabilità per attività produttive e commercio, innovazione dell’apparato produttivo e dei servizi e politiche integrate con le università e Istituti di ricerca e agenzia per l’innovazione, turismo e coordinamento delle iniziative per il litorale pisano.

A Raffaele Latrofa assessore di Pisa nel cuore, infine, le deleghe a lavori pubblici e cura della qualità urbana, parchi e verde pubblico, edilizia scolastica e infrastrutture sportive, protezione civile, navigabilità dell’Arno e dei canali, logistica.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità