Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:30 METEO:PISA12°16°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 29 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Vicenza, allagata la zona dello stadio, le immagini dal drone

Attualità giovedì 16 gennaio 2020 ore 12:44

Il senato accademico ascolta i ricercatori precari

I "Ricercatori Determinati" in presidio durante il Senato accademico

Una mozione elaborata dai "Ricercatori determinati" è stata discussa e approvata. I ricercatori precari: "La mobilitazione continua"



PISA — "Dopo la promessa del Rettore dell’Ateneo, prof. Paolo Mancarella, di mettere all’ordine del giorno della seduta odierna del Senato accademico le nostre richieste - hanno fatto sapere da "Ricercatori Determinati Pisa" -, i delegati e le delegate dei precari e i rappresentanti e le rappresentanti delle componenti universitarie hanno discusso un documento elaborato e proposto da Ricercatori Determinati”.

Il documento è stato discusso e approvato dal senato accademico dell'Università di Pisa, su richiesta degli stessi Ricercatori Determinati, gruppo che riunisce precarie e i precari delle comunità accademiche e di ricerca della città: Università di Pisa, Scuola Normale, Scuola Sant’Anna, CNR, INFN.

"Nel testo - hanno spiegato - si ritrovano le esigenze nazionali e locali di cambiamento positivo del sistema universitario: rifinanziamento complessivo, ripensamento delle forme di valutazione, ristrutturazione delle gerarchie accademiche e della ricerca, investimenti in diritto agli studi, stabilizzazione delle forme contrattuali per evitare qualsiasi ricattabilità, modifica dei sistemi di reclutamento a partire da condizioni di concreta trasparenza e di assunzione di responsabilità da parte di chi assume. “Ricercatori Determinati”, con il sostegno di associazioni, sindacati e movimenti, è già al lavoro per proporre tale mozione nei Senati Accademici della Scuola Normale Superiore e della Scuola Sant’Anna che si riuniranno il 22 gennaio, con annessa la richiesta a tali organismi non solo di assumere col voto le nostre proposte, ma anche di porre tali riflessioni all’attenzione della CRUI e del Ministero".

"Troviamo rilevante e positiva l’assunzione della mozione da parte del Senato dell’Università di Pisa - hanno aggiunto - ed auspichiamo che presto si possa raggiungere lo stesso risultato nella Scuola Normale e Scuola Sant’Anna. Nell’atteggiamento positivo di apertura delle componenti strutturate, che traggono forza dalla presenza del personale che, a diverso titolo, è precario e instabile, c’è la dimostrazione concreta che una riforma positiva dell’Università, di tenore totalmente diverso da quello della Legge Gelmini, sia possibile. Il Senato ha disposto la creazione di un tavolo congiunto tra le componenti e con i precari per costruire una posizione condivisa in comunità accademica sui temi di una trasformazione complessiva del sistema universitario: un risultato importante e che intendiamo valorizzare nei prossimi tempi. Si aprirà inoltre un confronto sulla questione degli spazi universitari da dedicare ai precari e alle precarie, senza per questo togliere finanziamenti e spazi alle altre componenti, a partire dagli studenti e dalle studentesse".

"A maggior ragione a partire da oggi - concludono i Ricercatori Determinati -, rilanciamo le motivazioni della nostra mobilitazione, annunciando che nei Senati accademici d’Italia saranno discusse mozioni simili a quella presentata a Pisa. Ancora di più, proseguiamo il nostro percorso di relazione tra le componenti precarie e lanciamo dalla nostra città un momento di attivazione pubblica con un presidio in concomitanza coi Senati di Normale e Sant’Anna, avendo come prospettiva l’allargamento del dibattito al livello nazionale. Perché divisi siamo niente, uniti siamo tutto!"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In ospedale una stanza attrezzata per l'allattamento e il cambio pannolino. Lo spazio allestito nell'ambito di una iniziativa promossa da Unicef
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Attualità