Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 25 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Attualità giovedì 22 dicembre 2016 ore 13:30

Una musica risuona in corsia

Si chiude con successo la stagione 2016 dei concerti in ospedale promossi dall’associazione Donatori di musica



PISA — Con il concerto di martedì pomeriggio al Centro  senologico dell’ospedale Santa Chiara si chiude con successo la stagione 2016 dei concerti in ospedale promossi dall’associazione Donatori di musica, una rete di musicisti, medici e volontari nata nel 2009 per realizzare questi eventi nei luoghi di cura e che, a Pisa, ha portato all’acquisto di un pianoforte a coda usato, con i soldi e le donazioni raccolti al concerto del pianista Maurizio Baglini, al teatro Verdi, nello scorso mese di maggio.

Martedì si sono esibiti Alberto Bologni, al violino, e Simone Soldati, al pianoforte, entrambi docenti dell’Istituto musicale Boccherini di Lucca, eseguendo musiche di Luigi Boccherini (Sonata per pianoforte e violino in Sol minore G 29), Wolfgang Amadeus Mozart (Sonata per pianoforte e violino in La maggiore KV 526 F), Federico Favali (Astor and me - per violino solo) e Ludwig van Beethoven (Sonata per pianoforte e violino in Re maggiore, opera 12 n. 1).

Il 16 novembre, invece, sempre al Centro Senologico, era stato lo stesso maestro pisano Maurizio Baglini a suonare, a quattro mani con il maestro Roberto Prosseda, Le Danze Ungheresi di Brahms e la Fantasia in Fa minore D940 di Schubert e poi, singolarmente, la Ballata n.1 op. 23 di Chopin (Baglini) e il Rondò Capriccioso e due Romanze senza parole di Mendelssohn (Prosseda).

L’Ospedale di Cisanello ovviamente non è rimasto indietro. Il 15 dicembre scorso, c’è stato un concerto anche all’Edificio 30 (Polo Endoscopico), stavolta nell’ambito del progetto Musica in corsia nato dalla collaborazione fra il Centro per la diffusione della cultura e della pratica musicale dell’Ateneo pisano, formato da coro e orchestra, e Aoup. La tipologia e il target, in questo caso, erano diversi, anche per l’ampiezza delle due formazioni. E infatti il concerto si è svolto nel corridoio, in uno spazio di raccordo fra le corsie, utilizzando una selezione di orchestrali e di coristi, per poi culminare in un concerto finale più ampio. Sono stati quindi eseguiti classici come “White Christmas” e “Jingle Bells” dall’Orchestra diretta dal maestro Manfred Giampietro e dal coro diretto dal maestro Stefano Barandoni e altri brani della tradizione natalizia. I concerti proseguiranno anche per il 2017 grazie anche al coordinamento di tutta questa attività che, in ospedale, viene seguita dalla dottoressa Marzia Raffaelli


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le fiamme hanno avvolto un annesso dell'attività e lambito due abitazioni al piano superiore. I vigili del fuoco hanno tratto in salvo gli inquilini
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica