Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:44 METEO:PISA16°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 25 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella tra i primi al seggio a Palermo a votare per le elezioni

Attualità sabato 05 marzo 2016 ore 14:15

Le onde gravitazionali spiegate dai fisici

La scoperta del secolo al centro di un incontro con gli esperti aperto a tutta la cittadinanza. Appuntamento alla stazione Leopolda



PISA — La recente scoperta delle onde gravitazionali, oltre a confermare la teoria di Einstein, ha aperto una finestra sull'universo e un nuovo campo d'indagine sulle sue origini, l'astronomia gravitazionale.

La scoperta è stata annunciata lo scorso 11 febbraio, ed è avvenuta grazie alla collaborazione tra i ricercatori dell'osservatorio Ego, che ospita il rivelatore interferometrico Virgo, e Ligo l'osservatorio di Washington.

Sul tema, e allo scopo di divulgare la scoperta e rispondere alle domande di cittadini, è stato organizzato un incontro alla Stazione Leopolda, in  programma per mercoledì 9 marzo alle 20,45. Quali implicazioni avrà la scoperta dal punto di vista filosofico e culturale? A questa e a molte altre domande risponderanno il filosofo Remo Bodei, menbro dell'accademia dei Lincei, il direttore dell'osservatorio Ego Federico Ferrini , l'ideatore del progetto Virgo Adalberto Giazotto e Giovanni Losurdo, responsabile della trasformazione di Virgo nel più sensibile Advanced Virgo.

"Lo scopo dell'iniziativa - spiega Carlo Bradaschia dell'Istituto nazionale fisica nucleare e Virgo- è quello di invogliare il pubblico a fare domande partendo da una spiegazione sulla scoperta e delle implicazioni che può avere dal punto di vista culturale e filosofico".

"Rilevando le onde gravitazionali e migliorando i rivelatori (sono già in corso i lavori da cui nascerà Advanced Virgo, l'interferometro potenziato) -prosegue Bradaschia- da alcune decine di anni si potrebbero captare le onde gravitazionali emesse dal big bang e rispondere alla comanda: Cosa c'era prima?"

"Ci è voluto un secolo e parecchi decenni per arrivare a questo risultato -aggiunge il direttore di Ego Federico Ferrini-  A dimostrazione che quando la scienza si pone obiettivi di questa portata servono collaborazioni internazionali. È bene che il pubblico faccia delle domande sulla scoperta perché le scoperte scientifiche servono all'umanità per crescere. Ora si fa sul serio -conclude- andiamo a conoscere l'universo".

"Sono molto soddisfatto e felice per i risultati raggiunti da chi ha dedicato la sua vita a fare sperimentazioni sulle teorie di Einstein -commenta il sindaco Marco Filippeschi-. Con questi risultati rilanciamo un profilo speciale della città. Da sempre siamo conosciuti nel mondo anche per la scienza. Aver mantenuto questa caratteristica nel tempo, da Fibonacci a oggi, è un valore impagabile, dobbiamo esserne consapevoli".

Per partecipare all'incontro che si svolgerà alla stazione Leopolda, inviare una mail a info@ego-gw.it


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un dialogo tra due persone viene interrotto dall'aggressione di un giovane, fermato dalla polizia. Questi, inoltre, era in possesso di telefoni rubati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Cronaca