Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA21°32°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 31 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Crolla a peso morto alle parallele: Simon Biles spiega i «twisties» con un video su Instagram

Attualità mercoledì 03 luglio 2019 ore 17:14

Mezzo secolo fa lo sbarco sulla Luna

Comune e università di Pisa hanno organizzato una rassegna di eventi dedicati al 50esimo anniversario. Appuntamento alla Cittadella Galileiana



PISA — Tutto pronto per Luna50, la rassegna dedicata al 50esimo anniversario dello sbarco sulla Luna organizzata dal Comune e dall’Università di Pisa.

Domani alle 21,15 alla Cittadella Galileiana la serata inaugurale durante la quale sarà proiettato il materiale video messo a disposizione dalle teche Rai e appositamente montato per l’occasione. Sul palco ci saranno anche Dario Focardi e Cristina Gardumi della compagnia Teatri della Resistenza, che daranno voce alle lettere lunari che poco prima dell’allunaggio si scambiavano Italo Calvino e Anna Maria Ortese

 Parole e immagini saranno commentate dal giornalista e critico cinematografico Fabio Canessa, lo scrittore Divier Nelli e il cacciatore di onde gravitazionali Massimiliano Razzano, anche lui fisico all’Università di Pisa. Durante la serata inaugurale saranno aperti al pubblico il Museo degli Strumenti di Calcolo e il percorso Galileiano allestito nel Museo degli Strumenti di Fisica con video a tema Luna e allunaggio mandati a ciclo continuo.

Il festival proseguirà fino al 20 luglio coinvolgendo Pisa e il litorale con eventi sulle Mura di Pisa, concerti nei giardini del Convento dei Cappuccini, nel cortile delle Officine Garibaldi e proiezioni di film a Tirrenia. Il programma del festival - diviso nelle sezioni “Luna e Scienza”, “Arte e Cinema”, “Parole e Musica”, “Eventi per famiglie e ragazzi” - è disponibile sul sito www.unipi.it/luna50

“La Luna è lontana ma non estranea - dice il professore Sergio Giudici ideatore dell’iniziativa - provoca le maree, rischiara la notte e soprattutto parla ai filosofi, agli artisti, agli scienziati. Proprio per i molti linguaggi con cui la Luna ci parla nell’organizzare il festival abbiamo voluto e dovuto mettere in campo molti punti di vista. Arrivare sulla Luna è stata certamente una sfida tra superpotenze, tuttavia l’allunaggio è molto più che un episodio della guerra fredda. Aver camminato sulla Luna è stato non solo un successo tecnologico ma soprattutto un’impresa resa possibile grazie all’immaginario artistico e scientifico che da sempre guarda al nostro satellite”.

“Esprimo grande soddisfazione a nome dell’Ateneo – ha detto la protettrice vicaria dell'Università di Pisa, Nicoletta De Francesco - per le iniziative di divulgazione scientifica che stiamo realizzando in collaborazione con il Comune, come è già avvenuto per la giornata di Galileo. La manifestazione "Luna50" nasce dall'apporto multidisciplinare di diversi docenti dell’Ateneo, che ringrazio, e con tematiche che spaziano dalla fisica e dai settori scientifici a quelli umanistici, dalla musica al cinema, dall'arte alla letteratura”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una drammatica verità venuta alla luce con la comparazione del Dna. Il cadavere trovato nelle campagne di Orzignano è di Francesco Pantaleo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Attualità

Cronaca