Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PISA20°33°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 23 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo 2020, la grande festa azzurra alla cerimonia di apertura: il video di Aldo Montano

Politica venerdì 16 aprile 2021 ore 12:53

"Sconfitta storica per Conti e la Lega"

Marco Filippeschi

L'ex sindaco Filippeschi sul via libera alla costruzione della moschea: "Il sindaco non potrà cavarsela con un comunicato impacciato e burocratico"



PISA — “Il sindaco non potrà cavarsela con un comunicato impacciato e burocratico. Non è notizia che si possa nascondere. Sulla Moschea si è consumata una sconfitta storica per Conti e la Lega". Questo il commento dell'ex primo cittadino Marco Filippeschi alla notizia che la giunta comunale di centrodestra ha finalmente dato il via libera alla costruzione del centro culturale islamico con moschea a Porta a Lucca. 

"Inutile ora arrampicarsi sugli specchi - rincara la dose l'ex sindaco Pd -. Rispondo al mio successore che rivendico con orgoglio la scelta che abbiamo fatto e di aver tutelato il diritto di culto che la Costituzione italiana, quella di un paese democratico, garantisce a tutte le religioni. Ringrazio la Comunità Islamica, che ha dovuto sopportare un’evidente e mortificante discriminazione, il Comitato per la liberà di culto e tutte le associazioni e le persone che non si sono piegate alla prepotenza”.

“E’ un esito di valenza nazionale - ha commentato ancora Filippeschi -. È ripristinata la legalità, un anno dopo la sentenza del TAR Toscana che è diventata un riferimento di giustizia per tutto il paese. Conti e la sua maggioranza hanno tentato in ogni modo di affermare e procrastinare un’ingiustizia, ma hanno perso, clamorosamente in un percorso che ha reso evidenti le forzature compiute con atti palesemente illegittimi. Fatte contro il dettato della Costituzione e che hanno portato il Comune ai limiti del commissariamento. E va ricordato, per denunciare l’ipocrisia, che il luogo di culto della Comunità islamica da venticinque anni è attivo a duecento metri da Palazzo Gambacorti, in via delle Belle Donne”.

“La rilevanza politica della sconfitta è enorme - queste le conclusioni dell'ex sindaco -. Le due bandiere distintive della Lega, l’opposizione alla Moschea e la denuncia dell’insicurezza urbana che, insieme ad alcuni fattacci di dubbia natura accaduti alla viglia di un ballottaggio, hanno segnato una campagna elettorale sono diventate un boomerang. Si è promesso, anche con i falsi impegni di Matteo Salvini, ciò che poi non si è mantenuto e il fallimento sulla sicurezza è davanti agli occhi di tutti. Anche l’ostilità dimostrata alle comunità straniere con l’ostruzionismo verso la Moschea e nell’assenza assoluta di politiche per affrontare davvero le criticità e fare integrazione sociale, oggi contribuisce al peggioramento della situazione”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Contagi ancora in salita in provincia di Pisa come nel resto della Toscana. I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Iva Rocchi in Mangini

Martedì 20 Luglio 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Lavoro