Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PISA11°20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Casellati contro Santangelo (M5S): «Lei è un grande maleducato, io l'ammonisco

Politica mercoledì 02 giugno 2021 ore 09:53

Parco, "No al muro contro muro"

Lo dice la senatrice Valente, commissaria del Pd provinciale pisano, dopo la polemica innescatasi sulla nomine dell'ente



PISA — "Il dibattito intorno alla presidenza del Parco di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli non può e non deve ridursi ad un muro contro muro tra territori - afferma la commissaria del Pd provinciale pisano, la senatrice Valeria Valente -. Questo nell’interesse del Parco e delle comunità su cui insiste."

Il tema della rappresentanza, in particolare quando si parla di necessità e criticità delle aree geografiche rispondenti ai Comuni coinvolti, è sicuramente una questione fondata e giusta e sarebbe un errore sottovalutarne la portata. Per questo va salutata con favore e come una scelta quanto mai opportuna da parte del Consiglio regionale la nomina di rappresentanti ed espressioni di tutti i comuni interessati nella composizione del Consiglio direttivo del parco."


"Ci sembra invece eccessivo e inopportuno paventare la fuoruscita del comune di Viareggio dal Parco, lamentando una inadeguata valorizzazione di quel territorio per via della nomina di un Presidente espressione di altre realtà territoriali. Sarebbe, proprio alla luce del buon equilibrio raggiunto, una scelta incomprensibile oltre che sbagliata nel metodo e nel merito. La gestione di un Parco come quello di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli, necessita - oltre che di una competenza gestionale e ambientale fondata su esperienza di pubblica amministrazione e sensibilità alle esigenze e peculiarità dei territori- del pieno e compiuto contributo di tutti i comuni interessati."


"In questo periodo in cui si è dibattuto della futura presidenza e governance sono emersi aspetti, idee e proposte veramente preziosi", dice ancora Valente.

"Dobbiamo intendere il Parco non solo come ambiente da tutelare e come polmone verde, ma anche come un grande luogo di formazione a cielo aperto, specialmente per la generazione dei più giovani. È fondamentale che possano crescere con la consapevolezza dell’importanza di un luogo dove si protegge la biodiversità, si sviluppa la produzione bio dell’agrifood, si faciliti una fruizione sostenibile e attenta alla socialità, nel pieno rispetto delle regole che si devono ad un Parco.
Un luogo da tutelare e valorizzare, partendo prima di tutto da quelle criticità che ne hanno definito alcuni limiti in questi anni. Di questo si dovrà occupare la prossima presidenza e siamo fiduciosi che questo possa avvenire con il contributo di tutti in un percorso di rilancio di questo grande progetto."

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un servizio da anni sperato e invocato dai residenti del litorale. Il cantiere, partito in questi giorni, dovrebbe durare 6 mesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Politica

Attualità

Sport