Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:35 METEO:PISA22°32°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 04 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, due escursionisti vengono sfiorati dalla colata di ghiaccio

Attualità venerdì 11 marzo 2022 ore 17:14

"Sono pronto a rinunciare all'auto se..."

Banchetto e striscione "Città per le persone, non per le auto"
Una iniziativa di Greenpeace in piazza Sant'Antonio

Un sondaggio realizzato da Greenpeace insieme a Ipsos rivela a quali patti i pisani sarebbero disponibili a lasciare l'auto in garage



PISA — Il Gruppo Locale Greenpeace di Pisa ha diffuso i risultati del sondaggio svolto in collaborazione con Ipsos, che fotografa l’opinione dei pisani sulla mobilità nella propria città. L'indagine mostra il punto di vista delle persone residenti, mettendo in evidenza le problematiche e le possibili alternative all’attuale situazione dei trasporti urbani.

Dai risultati emerge che Pisa è ancora troppo legata all’uso dell’auto privata per gli spostamenti in città e che il traffico e gli ingorghi sono considerati dai cittadini come gli aspetti più critici e urgenti da affrontare per migliorare la mobilità. Il sondaggio indica inoltre che due terzi degli intervistati sarebbero pronti a ridurre l’uso dell’auto se i mezzi pubblici fossero più frequenti e meno affollati e i percorsi ciclopedonali più sicuri. 

In relazione alle misure che potrebbero disincentivare l’utilizzo dell’automobile, il 55% degli intervistati è favorevole al divieto di circolazione di auto e motocicli a combustione all’interno della città. Anche l’aumento delle zone pedonali e l’estensione di piste o corsie ciclabili sarebbero accolte con favore da circa un cittadino su due.

Particolarmente significativa è infine la risposta sulla chiusura dei Lungarni alle automobili: circa due terzi del campione è favorevole a una pedonalizzazione dei Lungarni compensata da misure di potenziamento del trasporto pubblico e della mobilità alternativa.

"Serve una vera svolta per una mobilità più sostenibile a Pisa, come già sta avvenendo in diverse città europee - hanno commentato dal Gruppo Locale di Greenpeace -. Abbiamo bisogno di scelte coraggiose per decarbonizzare il sistema dei trasporti, rendere Pisa più vivibile per le persone, e vincere la sfida della transizione ecologica".

Con questa iniziativa Greenpeace intende ribadire che, contrariamente alle misure previste dal PUMS proposto e approvato dall’amministrazione, Pisa e i suoi abitanti hanno bisogno di mezzi e infrastrutture per rendere il trasporto pubblico accessibile a tutte e a tutti e promuovere la mobilità ciclistica e pedonale. L’organizzazione ambientalista ritiene queste misure necessarie per affrontare il problema del traffico e rendere Pisa una città verde, pensata per le persone piuttosto che per le auto.

Il sondaggio di Greenpeace Italia sulla mobilità urbana ha interessato otto città italiane. Oltre a Pisa, è stato realizzato anche a Roma, Milano, Torino, Napoli, Bari, Palermo e Genova.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Meno tamponi rispetto al bollettino precedente e più di 100 nuovi contagi in meno. Nel Pisano il tasso d'incidenza rimane tra i più alti della Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Leonella Simoni Ved. Polidori

Sabato 02 Luglio 2022
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Politica