QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 24° 
Domani 11°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 19 aprile 2019

Cronaca venerdì 24 giugno 2016 ore 12:45

"Quel cancello non doveva restare aperto"

Bimba di due anni esce sola dal nido. La dirigente dei servizi educativi: "Episodio causato dal mancato presidio del personale"



PISA — "La direzione servizi educativi, che ha seguito e partecipato all’indagine, si riserva di applicare eventuali procedimenti disciplinari nei confronti delle educatrici presenti al momento in cui si è verificato il fatto. Nel contempo ha avviato una azione di contestazione alla ditta Elior titolare dell’appalto per i servizi delle ausiliarie". E' quanto si legge nella relazione della dirigente dei servizi educativi su quanto accaduto all'asilo del Cep lo scorso 9 giungo, quando una bambina di due anni e mezzo è sfuggita al controllo delle educatrici e ha oltrepassato il cancello che delimita la struttura.

A ricostruire la vicenda è la stessa dirigente, che appreso il fatto ha partecipato al sopralluogo e raccolto le testimonianze dei presenti: "ll giorno 9 giugno, intorno alle 8,30 la bambina, durante l'orario di ingresso, vedendo dalla finestra del salone l'arrivo di una compagna, oltrepassava la transenna di legno posta di fronte alla porta del salone. Trovando il portone socchiuso, nonostante i cartelli posti sopra la porta ne richiamino l'attenzione, la bambina riusciva ad uscire dalla porta e a raggiungere il giardino comune del nido e della scuola dell’infanzia. Le educatrici presenti nel salone dalla finestra hanno visto uscire la bambina dalla porta di ingresso; l'ausiliaria essendo più vicina a questa e avendola sentita aprire, si è voltata e ha visto uscire la bambina. E’ intervenuta prontamente, prima richiamandola per nome e subito seguendola fino all'esterno in giardino. La bambina proseguiva a passo svelto fino al cancello esterno comune tra scuola dell’infanzia e nido. Il cancello, nonostante i continui appelli degli educatori ai genitori, affinché ne venga assicurata la chiusura dopo il passaggio, per la sicurezza dei bambini, era spalancato. La bambina usciva dal cancello in strada adiacente l'asilo rincorsa dall'ausiliaria che la raggiungeva per ricondurla all'interno della struttura".

"La Coordinatrice -si legge ancora nella relazione- ha avviato colloqui di approfondimento con le educatrici individuando nel mancato presidio del personale ausiliario e nella mancata organizzazione generale del Gruppo di lavoro le cause dell’accaduto. L’ausiliaria di turno non presidiava adeguatamente la porta di ingresso e non si era assicurata che il cancelletto esterno fosse chiuso".




Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Sport