Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 26 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Dobbiamo chiuderci in una stanza a pane e acqua per la soluzione»

Cronaca lunedì 01 febbraio 2021 ore 10:00

Sgombero Limonaia, ci sono 12 procedimenti penali

L'intervento delle forze dell'ordine per lo sgombero della Limonaia

Lo rendono noto gli ex occupanti della Limonaia Zona Rosa, che ora chiedono al presidente della Provincia Angori di far seguire i fatti alle parole



PISA — "Lo sgombero - hanno fatto sapere da Limonaia - Zona Rosa in merito all'intervento delle forze dell'ordine in vicolo del Ruschi - è stato accompagnato dall'avvio di dodici procedimenti penali contro persone impegnate, rispettivamente, nella spesa sociale, nell’assistenza al diritto all’aborto e alla contraccezione, nella cura dell’orto interno al giardino, nella scuola di italiano: progetti il cui valore è stato riconosciuto pubblicamente da moltissimi soggetti politici e sociali cittadini". 

"L'accusa mossa dall'autorità giudiziaria - hanno commentato - è quella di "godimento privato dell'immobile sottraendolo al pubblico", quando nella realtà dei fatti è avvenuto l'esatto opposto: l'apertura dello spazio è stata infatti un atto di cura nei confronti della città e dei suoi residenti; è dal giorno del sequestro e con il muro di mattoni che il bene, in realtà, è stato sottratto alla cittadinanza tutta".

Da queste considerazioni prendono le mosse alcune richieste degli ex occupanti dell'immobile di vicolo del Ruschi, in San Francesco, indirizzate al presidente della Provincia di Pisa, Massimiliano Angori. Che nei giorni scorsi li ha incontrati promettendo il suo impegno a trovar loro nuovi spazi.

Gli accessi della Limonaia ora murati

"Se il Presidente della Provincia Angori, dunque, si dice pronto ad ammettere l’importanza e la salvaguardia di questa esperienza - hanno puntualizzato gli ex occupanti della Limonaia - Zona Rosa -, rigettando le sue responsabilità su quanto avvenuto, crediamo che le sue parole debbano trovare immediata sostanza. Nello specifico, la Provincia deve spendersi nel contrastare la pesantezza delle denunce pervenute agli attivisti e membri delle associazioni che si sono presi cura della Limonaia, condannando il procedimento penale e impegnandosi in azioni e dichiarazioni che ribadiscano il merito dei progetti svolti. Infine, sappiamo che le trattative per l'assegnazione di nuovi spazi finiscono, nella maggior parte dei casi, per essere bloccate dai tempi della burocrazia e da proposte non all’altezza dei progetti che vi dovrebbero trovare casa. Se la Provincia vuole dimostrare un reale interesse in questo senso, chiediamo che si impegni fin da subito nel rendere accessibile la parte dello spazio che concerne l’ampio giardino adiacente la struttura"

Una passata attività all'interno del giardino della Limonaia - Zona Rosa

"Lì si svolgeva buona parte delle attività che hanno interessato la Zona Rosa e tutte le altre associazioni - hanno ricordato -, soprattutto quelle ambientaliste di cui Angori si dice essere un forte sostenitore; un luogo scevro da problemi di sicurezza, adatto allo svolgimento di iniziative culturali, di riunioni e di attività volte al benessere fisico, nonché uno dei pochi spaziverdi situati in centro città, dove la carenza di parchi pubblici è una questione sempre più dirimente, e sede di un orto urbano i cui frutti potrebbero contribuire ad arricchire i generi alimentari distribuiti con la spesa solidale".

"La reazione delle istituzioni pubbliche, culminata con lo sgombero della Limonaia - Zona rosa, - hanno concluso - si è scontrata con lo sdegno e la solidarietà nei confronti del collettivo da parte di un grandissimo numero di associazioni, movimenti e realtà singole, nella città e in tutta Italia. Questo a dimostrazione di un movimento sempre crescente a supporto dei valori che trovavano vita nello spazio e nelle attività della Limonaia - Zona Rosa".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allarme è scattato quando nel complesso militare di San Piero a Grado si è udito uno sparo. L'ipotesi più accreditata è il suicidio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità