Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PISA15°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 19 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Incidente in un asilo a L'Aquila, il luogo della tragedia il giorno dopo

Politica mercoledì 11 maggio 2022 ore 18:35

Aeroporti, Enac dice sì alla nuova pista di Peretola

L'aeroporto Vespucci di Firenze Peretola

Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha espresso soddisfazione. Contrarietà da parte del M5s, di Rifondazione e di Una città in Comune



PISA — Non mancano le reazioni politiche al parere favorevole, espresso ieri da parte dell'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac), sulla nuova ipotesi di pista di 2.200 metri per l'aeroporto Vespucci di Firenze Peretola. Per il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, il sì di Enac "rappresenta la maturazione del confronto avuto con i sindaci dei Comuni interessati e porta ad un risultato a mio giudizio ottimo".

"Con questo progetto di pista - ha sottolineato Giani -, non più parallela ma declinata, avremo uno sviluppo netto di 2.000 metri, rispetto ai 2.400 del progetto di pista parallela: 200 metri si trovano infatti già nell'attuale sedime, il che vuol dire un risparmio di suolo di 47 ettari nel Comune di Sesto, che potranno diventare parco ed essere oggetto di forestazione. Ma c'è anche un allontanamento dal Polo scientifico di Sesto, con una possibilità di crescita e di sviluppo dell'Università.

"Anche per quanto riguarda il cono di volo - ha proseguito il presidente della Regione - mentre oggi ricade su un bacino che conta oltre 50 mila abitanti, domani con la realizzazione di questa pista, ricadrà su luoghi inabitati, come l'ex discarica di Case Passerini e le zone umide di Focognano. È un progetto veramente migliorativo, come ha detto Enac".

Giani ha quindi auspicato un confronto pubblico, che coinvolga i sindaci di tutti i Comuni interessati ed un dibattito al quale anche i cittadini potranno dare il loro contributo. Un confronto di idee che coinvolgerà, ha assicurato Giani, anche il sindaco di Sesto Fiorentino Falchi, "una persona seria con cui, nonostante la sua posizione contraria, abbiamo sempre avuto e continueremo ad avere un confronto stimolante e costruttivo".

Di tutt'altro avviso Irene Galletti del M5s, capogruppo in consiglio regionale, per la quale il sì di Enac "non sposta neppure una virgola l’opinione che abbiamo sul progetto di ampliamento dell’aeroporto fiorentino, che deploriamo perché frutto di una visione politica miope, orientata a concentrare la maggior parte degli investimenti pubblici sulla Città Metropolitana di Firenze e che rende il resto della Toscana una grigia periferia.".

“Nei prossimi giorni acquisiremo la documentazione propedeutica alla decisione di Enac con un accesso agli atti - ha preannunciato la consigliera cinquestelle -, e solo allora formuleremo un nostro giudizio definitivo. Detto questo la nostra posizione per adesso non cambia: ad oggi rimaniamo fermamente contrari all’ampliamento dello scalo fiorentino, nonostante le ipotesi di piste oblique o declinate, che alimentano danze scomposte tra le fila di renziani, forzisti e gianiani”.

“Un’ultima considerazione - ha concluso Galletti -: se il Presidente Giani avesse dimostrato la stessa solerzia che mette in ogni nuova ipotesi di ampliamento di Peretola anche per la realizzazione di un collegamento ferroviario rapido tra Pisa e Firenze, a quest’ora i cittadini che abitano sulla costa potrebbero spostarsi tra i due scali aeroportuali toscani in soli 25 minuti".

Parole di netta contrarietà alla nuova pista anche da Ciccio Auletta, consigliere comunale Diritti In Comune a Pisa, e da Dmitrij Palagi e Antonella Bundu, consiglieri comunali Sinistra Progetto Comune a Firenze, che si dicono "Pronti ad intraprendere tutte le iniziative per bloccare il progetto", che definiscono "un vero e proprio assalto del "partito trasversale delle grandi opere", ben impersonato dal Presidente della Regione Toscana, che tutela gli interessi privati di Corporacion America, calpestando il territorio, la tutela ambientale, le cittadine e i cittadini che insieme anche a tanti enti locali si battono da anni contro questo progetto, e la stessa sentenza del Consiglio di Stato che in maniera inequivocabile ha già bocciato un'ipotesi di nuova pista".

"Ci batteremo in ogni sede come sempre fatto contro questo scempio", così da Rifondazione Comunista della Toscana, unitamente alle federazioni di Firenze e Pisa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mattinata di disagi per gli automobilisti diretti verso Pisa, a seguito di un incidente avvenuto tra Navacchio e Pisa Nord Est
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Attualità