Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:44 METEO:PISA16°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 25 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella tra i primi al seggio a Palermo a votare per le elezioni

Lavoro giovedì 12 maggio 2022 ore 17:56

Toscana Aeroporti, stagione estiva "promettente"

L'Aeroporto di Pisa "Galileo Galilei"

I dati certificano il progressivo avvicinamento al numero di passeggeri pre-Covid, mentre i conti dei primi tre mesi 2022 sono ancora in rosso



PISA — Toscana Aeroporti, che gestisce gli aeroporti Galilei di Pisa e Vespucci di Firenze Peretola, sta recuperando passeggeri e, seppur lentamente, sta progredendo verso numeri di passeggeri registrati nel 2019, prima della pandemia. Il risultato netto di periodo del Gruppo al 31 Marzo 2022 registra tuttavia una perdita di 4,7 milioni di euro, in deciso miglioramento rispetto alla perdita di 7,7 milioni di euro del primo trimestre del 2021.

“Il miglioramento complessivo dell’emergenza sanitaria e il conseguente rallentamento delle misure restrittive - ha commentato il presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai, in occasione dell'approvazione dei dati del primo trimestre 2022 -, ci hanno permesso di registrare incoraggianti segnali di progressiva ripresa del traffico passeggeri, migliori anche rispetto alle nostre previsioni. Nel continuare a monitorare con estrema attenzione l’evoluzione del conflitto bellico nell’Est Europa, prevediamo una stagione estiva particolarmente promettente, confermata anche dallo slancio delle compagnie aeree, che ci consente di guardare con ottimismo al prosieguo dell’anno”.

Nello specifico, nel primo trimestre del 2022 sono 805.607 i passeggeri transitati dal Sistema Aeroportuale Toscano, un +968,1% rispetto allo stesso periodo del 2021 e un -43,4% sull’ultimo anno pre-covid del 2019. Si assiste comunque ad un trend di costante recupero rispetto al traffico passeggeri del 2019 nei mesi di Gennaio (-58,4%), Febbraio (-41,8%) e Marzo (-31,7%). In deciso aumento, rispetto al primo trimestre del 2021, sia i movimenti dei voli totali (+363%) sia il load factor dei voli di linea (+7,6 punti percentuali) pari al 67,4%. Il traffico cargo, con 3.909 tonnellate di merce e posta trasportate nel primo trimestre del 2022, ha registrato una crescita del 14,5% sull’analogo periodo del 2021 e del 27,1% sul 2019.

In continuo recupero il traffico aereo anche nei mesi di Aprile (-21,9%) e nei primi 11 giorni del mese di Maggio (-19,3%) rispetto agli stessi mesi pre-covid 2019. Il traffico passeggeri risulta in crescita rispettivamente del +1.377% e del +943% rispetto agli analoghi periodi del 2021. Pertanto anche nel mese di Aprile è confermato il trend di riduzione progressiva del divario nel confronto con il 2019.

"Per il 2022 si prevede un livello di traffico in ripresa rispetto al 2020 e 2021 - così dalla società Toscana Aeroporti -, anche se ancora non paragonabile ai livelli pre-Covid del 2019, con un conseguente perdurare di un possibile impatto negativo sui risultati economico finanziari del 2022. Si evidenzia che la graduale ripresa dell’operatività in corso, agevolata dall’avanzamento della campagna vaccinale, è comunque accompagnata dalle nuove tensioni internazionali, conseguenza del conflitto fra Russia e Ucraina che potrebbero incidere sulla mobilità dei passeggeri per effetto dell’incremento dei prezzi dovuto al rincaro delle fonti energetiche (gas, energia elettrica, petrolio)".

Al 31 Marzo 2022 sono 572.662 i passeggeri transitati dall'aeroporto Galilei di Pisa con una crescita dell’803,5% sullo stesso periodo del 2021 e una flessione del 35,9% rispetto all’analogo periodo pre-covid del 2019. Tale risultato è determinato dal positivo andamento sia dei movimenti dei voli totali (+238,1%) e sia dal load factor dei voli di linea pari al 68,5% (+2,7 p.p.). Rispetto allo stesso periodo pre-covid, nel primo trimestre dell’anno si registra un maggior recupero dei passeggeri nazionali rispetto a quelli internazionali, infatti sono 270.716 i passeggeri transitati su voli nazionali (+546% sul 2021 e -12,1% sul 2019) rispetto ai 300.642 passeggeri su voli internazionali (+1.374% sul 2021 e -49% sul 2019). Nel dettaglio l’Italia risulta essere la meta maggiormente gettonata (48% del traffico totale), seguita da Spagna (14%) e Regno Unito (10%). Il traffico cargo al Galilei, con 3.844 tonnellate di merce e posta trasportate, è in crescita del 13,7% rispetto al primo trimestre del 2021 soprattutto per i maggiori voli registrati e per l’introduzione di aeromobili con maggiore capienza da parte del vettore DHL.

Sono 77 le destinazioni attive per la summer 2022 dall’aeroporto di Pisa servite da 21 compagnie aeree. Tra le principali si evidenziano le 54 destinazioni operate da Ryanair, i collegamenti effettuati da easyJet per Amsterdam, Manchester, Londra (Gatwick e Luton), Berlino, Parigi e Bristol, Norwegian e SAS con collegamenti per Oslo, Copenaghen e Stoccolma, Volotea con Nantes e Olbia. Le nuove compagnie Flyr ed Edelweiss collegheranno Pisa rispettivamente con Oslo e Zurigo oltre a FlyDubai, low cost degli Emirati Arabi, che opererà il nuovo collegamento intercontinentale verso Dubai e verso la rete di collegamenti di Emirates.

Sono 232.945 i passeggeri transitati dall'aeroporto Vespucci di Firenze Peretola al 31 Marzo 2022 in aumento del 1.834% sul primo trimestre del 2021 (si ricorda che lo scalo di Firenze è rimasto chiuso nei mesi di Febbraio e di Marzo 2021 a causa degli interventi programmati di manutenzione periodica delle infrastrutture di volo) e in flessione del 56,0% sull’analogo periodo pre-covid del 2019. Tale risultato è determinato dal positivo andamento sia dei movimenti dei voli totali (+822,4%) e sia dal load factor dei voli di linea pari al 64,8% (+24,4 p.p.). In un contesto dove il mercato internazionale rappresenta il 95% del traffico totale, i passeggeri internazionali transitati sono 222.148 (+2.164% sul 2021 e -49,9% sul 2019) a differenza dei 8.896 passeggeri del mercato italiano (+334% sul 2021 e -89,4% sul 2019). Nel dettaglio le mete maggiormente apprezzate dai passeggeri risultano essere la Francia (34% del traffico totale), seguita da Germania (15%) e Spagna (15%).

Per la summer 2022 sono 31 le destinazioni dallo scalo aeroportuale di Firenze servite da 19 compagnie aeree tra le quali si evidenziano principalmente le 12 destinazioni operate da Vueling (Amsterdam, Barcellona, Catania, Copenaghen, Londra, Madrid, Mikonos, Monaco, Olbia, Palermo, Parigi e Santorini), Monaco e Francoforte operate da AirDolomiti, Parigi Charles de Gaulle operato da Air France, Amsterdam da KLM, Londra da British Airways. Debuttano, inoltre, sullo scalo operativo di Firenze le compagnie Aegean con collegamento su Atene, Binter con collegamento con Gran Canaria, Volotea su Bordeaux e Widerøe con volo in Norvegia nella città di Bergen.

I ricavi totali al 31 Marzo 2022 raggiungono i 15,1 milioni di euro, in aumento del 122,0% rispetto ai 6,8 milioni di euro dello stesso periodo del 2021. I costi totali sono pari a 17,2 milioni di euro al 31 Marzo 2022 rispetto ai 12,6 milioni di euro dello stesso periodo del 2021 (+36,7%).

"Per effetto di quanto sopra descritto - hanno specificato da Toscana Aeroporti -, l’EBITDA al 31 marzo 2022 risulta negativo per 2,0 milioni di euro in miglioramento rispetto al valore anch’esso negativo di 5,8 milioni di euro dello stesso periodo del 2021. I costi di struttura, gli ammortamenti e accantonamenti al 31 marzo 2022 risultano complessivamente pari a 3,5 milioni di euro. L’aumento rispetto allo stesso periodo del 2021, pari al 9,6%, è dovuto fondamentalmente ai maggiori accantonamenti al fondo di ripristino. L’EBIT si attesta su un valore negativo di 5,5 milioni di euro rispetto al valore, anch’esso negativo, di 8,9 milioni di euro registrato nel primo trimestre del 2021. La gestione finanziaria, negativa per 649 mila euro, risulta in linea con i 654 mila euro del 31 marzo 2021. Il risultato ante imposte (PBT) risulta in miglioramento passando da un valore negativo di 9,6 milioni di euro ad un valore, anch’esso negativo, di 6,1 milioni di euro al 31 marzo 2022".

Gli investimenti complessivi del Gruppo nel primo trimestre dell’anno sono stati pari a 1,8 milioni di euro, essenzialmente relativi agli interventi di efficientramento delle aree del terminal dello scalo fiorentino e a quelli relativi all’infrastruttura networking e al self service “bag drop” di entrambi gli scali aeroportuali.

L’indebitamento finanziario netto al 31 Marzo 2022 è pari a 103,3 milioni di euro rispetto ai 98,7 milioni di euro del 31 Dicembre 2021 e ai 94,8 milioni di euro al 31 Marzo 2021. "L’assorbimento di liquidità registrato nel trimestre - hanno commentato in proposito dalla società - è principalmente conseguente ai flussi di cassa assorbiti dalle attività operative del periodo e per la gestione dei rimborsi dei finanziamenti in essere. Al 31 marzo 2022 il rapporto Debt/Equity (quoziente di indebitamento finanziario) è pari all’1,05. L’indebitamento finanziario netto adjusted del primo trimestre del 2022, ovvero al netto degli impegni per pagamenti differiti per acquisizioni societarie e per passività finanziarie per diritti d’uso, è pari a 95,3 milioni di euro a fronte dei 90,6 milioni di euro al 31 dicembre 2021 e ai 85,5 milioni di euro del 31 marzo 2021".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un dialogo tra due persone viene interrotto dall'aggressione di un giovane, fermato dalla polizia. Questi, inoltre, era in possesso di telefoni rubati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Cronaca