Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:49 METEO:PISA18°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 27 marzo 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Rai, Sangiuliano: «Nei corridoi di Viale Mazzini c'è ancora qualche piccolo Stalin»

Attualità martedì 31 gennaio 2023 ore 10:00

Una fondazione per il "Dopo di noi"

L'ingresso di Palazzo Gambacorti

Università e amministrazione comunale insieme per costituire una fondazione specifica che dia sostegno ai progetti per le persone con disabilità



PISA — Dar vita a una fondazione a sostegno dei progetti del "Dopo di noi" per l'implementazione della qualità e della quantità dei servizi per le persone con disabilità. Comune e Dipartimento di Giurisprudenza, con la firma di una convenzione, hanno esplicitato questo obiettivo, che passerà dalla conclusione di un avviso pubblico.

L'amministrazione comunale, infatti, ha richiesto con una manifestazione d'interesse alle associazioni, al volontariato, agli enti del Terzo settore, alle cooperative, agli istituti di credito, alle fondazioni e ai singoli privati di partecipare al percorso di costituzione di una fondazione per dare corpo ai progetti del "Dopo di noi".

"Vogliamo lavorare a un percorso che, partendo dalle realtà locali, ne raccolga i bisogni effettivi e finora inascoltati - ha detto l'assessora alla Disabilità, Sandra Munno - per trovare insieme alle associazioni del territorio e alle famiglie dei beneficiari soluzioni compensative e per farci trovare già pronti quando la riforma, che il ministro Locatelli ha preannunciato durante la sua visita a Pisa, avrà esteso i benefici della legge 112 anche ai casi meno gravi, che hanno molte più opportunità di sviluppare quelle autonomie a cui i progetti mirano".

Il percorso partecipativo prenderà il via a Febbraio, mentre l'avviso è già pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Pisa.

Il "Dopo di Noi" è un percorso per favorire l'autonomia, il benessere e la piena inclusione sociale delle persone con disabilità grave. Tale progetto disciplina misure di assistenza, cura e protezione nel superiore interesse delle persone con disabilità grave, non determinata dal naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità, prive di sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o perché gli stessi non sono in grado di fornire adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Allertati su un tentativo di furto in un'abitazione, i poliziotti hanno inseguito due soggetti in fuga, identificati poi come due minorenni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità