QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 23°27° 
Domani 21°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 17 settembre 2019

Cronaca giovedì 28 aprile 2016 ore 18:43

Una situazione sconosciuta ai servizi sociali

Sandra Capuzzi

Neanche la Sds era al corrente delle condizioni in cui viveva la bambina di tre anni morta a Calambrone. Capuzzi: "Importante segnalare i casi"



PISA — "La situazione era completamente sconosciuta ai servizi sociali del territorio: nessuno l'aveva mai segnalata". E' lo sconforto del presidente della Società della salute Sandra Capuzzi, nell'apprendere la morte di una bambina di tre anni avvenuta ieri sera in un'abitazione fatiscente ricavata in un'ex pizzeria al Calambrone: un alloggio di fortuna composto da un unico locale con due letti, corrente erogata da un generatore e il bagno all'aperto, il tutto contornato da presunti maltrattamenti da parte del patrigno.

"Non sapevamo nulla ed è un dato di fatto - ha aggiunto Capuzzi - e non lo dico per volontà di lavarsene le mani: una bambina di tre anni viveva in un edificio occupato abusivamente e in una situazione di grave degrado ma i servizi sociali non sono mai stati allertati nonostante l'immobile fosse in una zona trafficata e frequentata e, dunque, si può presumere che potessero essere stati quanto meno notati. E' un fatto che non può non farci riflettere come istituzioni e società civile pisana".

"E' necessario -ha concluso Capuzzi- che ciascuno faccia la sua parte, deve farlo di sicuro prima di tutto chi ha funzioni e compiti istituzionali ma è importante che diano una mano anche i cittadini: interessiamoci di chi ci vive accanto e segnaliamo ai soggetti preposti le situazioni difficoltà".

Intanto il compagno della madre della piccola, un serbo di 33 anni, è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti e lesioni, ma se l'esame necroscopico sul corpicino della bambina confermasse che il decesso è avvenuto in seguito a percosse, il capo d'imputazione nei confronti dell'uomo cambierebbe in omicidio preterintenzionale



Tag

Roberto Formigoni esce dal carcere di Bollate, andrà ai domiciliari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità