Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:PISA9°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 30 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Firenze, assalti con esplosivo agli sportelli bancomat: ecco come agivano

Politica sabato 05 ottobre 2019 ore 09:47

Verso il superamento di consigli di partecipazione

La vicesindaca di Pisa Raffaella Bonsangue

La Giunta approva atto di indirizzo per superare i Consigli Territoriali di Partecipazione. Bonsangue: "Ora dibattito in Consiglio comunale"



PISA — La Giunta Comunale ha approvato nell’ultima riunione un Atto di indirizzo volto al superamento dei Consigli Territoriali di Partecipazione (CTP), prevedendo la loro sostituzione con altri organismi di partecipazione. Il documento dovrà ora essere sottoposto alla discussione del Consiglio Comunale.

La Giunta infatti intende proporre la modifica allo Statuto comunale, con l’abrogazione del capo II del titolo II e il relativo regolamento, riservandosi di individuare nuovi organismi di partecipazione che coinvolgano comitati di quartiere e associazioni e cittadini desiderosi di partecipare.

Attualmente lo Statuto del Comune di Pisa prevede la ripartizione in sei CTP, cui sono state affidate attività di partecipazione e consultazione popolare. Ciascun CTP è composto da venti consiglieri su nomina del Consiglio Comunale.

"Come Giunta abbiamo deciso di sottoporre al più ampio dibattito possibile il tema della partecipazione alla vita pubblica del Comune - spiega la vicesindaco Raffaella Bonsangue -. Dopo la soppressione delle Circoscrizioni, infatti, vennero costituiti questi Consigli territoriali che a nostro avviso non rispondono alle reali esigenze di comunicazione tra Pubblica Amministrazione e cittadini, tra centro e periferia, e che non hanno svolto in questi anni attività all’altezza dei bisogni di partecipazione. Abbiamo pertanto deciso di superare questa impostazione e aprire un confronto che garantisca una reale partecipazione attraverso un maggiore coinvolgimento ad esempio dei comitati di quartiere e delle associazioni dei cittadini".

Nello stesso atto di indirizzo, la Giunta tiene anche a sottolineare che, al contrario, le sedi di decentramento amministrativo saranno mantenute, e in futuro disciplinate, per i servizi demografici e l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) e in tale regolamentazione sarà definita la dislocazione territoriale e la consistenza del personale e delle funzioni.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati fotografano le ultime ventiquattro ore sul fronte epidemico. Aumentano i ricoveri nelle aree Covid di Cisanello e Santa Chiara
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Sergio Cenci

Lunedì 29 Novembre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità