Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:PISA15°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 20 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Politica lunedì 08 marzo 2021 ore 07:49

Via Cattaneo, già 200 firme contro il doppio senso

Via Cattaneo

Promossa da Diritti in Comune la petizione contro la sperimentazione annunciata dal Comune. Il circolo Pd della Leopolda annuncia un incontro



PISA — Va crescendo e strutturandosi la mobilitazione contro il ripristino del doppio senso di marcia in via Cattaneo, tra piazza Guerrazzi e via Tronci. Il Comune ne ha annunciato la sperimentazione a partire da fine Marzo, suscitando più contrarietà che altro fra i residenti del "Portone". Diritti in Comune ha promosso una petizione contro la proposta del Comune, petizione che in pochi giorni ha già raccolto 200 firme. Mentre il Circolo Pd Leopolda ha annunciato un incontro pubblico per discutere del tema con i residenti e i commercianti del quartiere.

Di seguito l'annuncio del circolo Pd Leopolda e, a seguire, la petizione promossa da Diritti in Comune, contro il ripristino del doppio senso di marcia in via Cattaneo.

"Il Circolo PD Leopolda ha appreso dalla stampa che l'amministrazione comunale intende, già da fine marzo, reintrodurre "sperimentalmente" il doppio senso di circolazione in via Cattaneo.Il circolo respinge con forza qualsiasi decisione che non sia adeguatamente discussa con la comunità che vive nei quartieri dove vengono calate le scelte. Questa è una abitudine dell'attuale Amministrazione che impone sempre scelte che sembrano essere influenzate da pochi, senza che siano prese in considerazione le implicazioni che esse hanno su tutti. Per questo il circolo PD Leopolda intende discutere pubblicamente, come in passato avveniva in seno al CTP di quartiere, su alcune questioni, tra cui le seguenti: 

1) siamo sicuri che l'alleggerimento del traffico sul Ponte della Vittoria non appesantirà quello su via Cattaneo che, nel 1998, studi epidemiologici avevano dimostrato essere la "camera a gas" della città? 

2) nella decisione sono stati coinvolti, e in quale modo, i residenti e i commercianti

3) considerata l'indole greenche l'amministrazione comunale del sindaco Conti vanta di avere, come si giustifica la soppressione della corsia preferenziale dei bus? Quali ripercussioni ci saranno sul TPL? E ancora, è stata presa in considerazione la possibilità di costruire una pista ciclabile?

4) in che modo, la soppressione dell'area pedonale dovrebbe migliorare la vivibilità nel quartiere? Si è pensato ad eliminare le barriere architettoniche legate, ad esempio, ai marciapiedi stretti e sconnessi?

5) ottima l'iniziativa di riqualificazione dello slargo all'altezza di via Tronci, con isola spartitraffico comprensiva di aiuola e verde, ma sarà sufficiente a compensare l'incremento di polveri sottili legate all'aumento del traffico nel doppio senso?

L'appuntamento per la discussione è la diretta sulla pagina Fb del Circolo Pd Leopolda, venerdì 12 Marzo alle ore 18,30".

La petizione di Diritti in Comune

"Abbiamo appreso dalla stampa del ripristino, dopo 23 anni, del doppio senso di circolazione per le auto in via Cattaneo a partire dalla fine di marzo. La decisione è stata presa, leggiamo, "per migliorare la problematica del traffico intenso che investe la zona", con un particolare riferimento all'auspicata diminuzione della circolazione di mezzi sul Ponte della Vittoria. Vogliamo rivolgere un appello al Sindaco, agli assessori competenti e alla Giunta Comunale di Pisa affinché si ritiri immediatamente il provvedimento e non si sottoponga il quartiere ad una ulteriore mortificazione: siamo convinti infatti che l'istituzione del doppio senso sarà una pietra tombale su qualsiasi speranza di miglioramento della qualità della vita degli abitanti del quartiere.

In più sedi è stato denunciato l'abbandono in cui versa via Cattaneo, una strada che soprattutto negli ultimi anni è divenuta drammaticamente sempre più invivibile. Riqualificare una strada aggiungendoci traffico, rumore ed inquinamento non ha alcun senso. Pensare poi che l'istituzione del doppio senso possa combattere i fenomeni criminali - tra i quali lo spaccio - è una vera e propria follia. Il risultato certo - fin troppo facile prevederlo - sarà l'aumento della pericolosità della strada e il peggioramento della qualità della vita. Tutto questo è inoltre aggravato dal fatto che questa Giunta non ha neppure tentato di coinvolgere e consultare preventivamente chi in quella strada ci abita, ci lavora, e in varie forme ci vive tutti i giorni e - cosa gravissima - dall’aver pensato di usarci come cavie per esperimenti sul traffico. Riteniamo che il quartiere Il Portonesi meriti un diverso investimento di risorse e di progetti. Con spirito costruttivo anticipiamo alcune possibili proposte.

1) Interventi che diminuiscano il traffico in entrata e che migliorino la mobilità delle persone nel quartiere:

  • realizzazione di piste ciclabili,
  • risistemazione dei marciapiedi
  • manutenzione del fondo stradale,
  • azioni di contrasto del parcheggio selvaggio
  • ripristino delle strisce pedonali in piazza Guerrazzi

2) Strumenti di monitoraggio dell'inquinamento e misure di miglioramento della qualità dell'aria:

  • piantumazione di alberi
  • installazione di centraline per il rilevamento dell'inquinamento

3) Interventi di valorizzazione della partecipazione e della socialità:

  • progettazione partecipata di spazi di aggregazione destinati alla comunità,
  • ripristino e valorizzazione degli spazi pubblici, posizionamento di panchine
  • rifacimento dell'illuminazione della strada e delle vie circostanti
  • Misure di sostegno, di valorizzazione e di rilancio del commercio di prossimità, per scongiurare la chiusura degli esercizi storici della zona

Per queste ragioni chiediamo al Sindaco, agli assessori competenti e alla Giunta Comunale di Pisa:

- Il ritiro immediato del provvedimento che prevede di reintrodurre il doppio senso in via Cattaneo

- il coinvolgimento degli abitanti e dei fruitori del quartiere per individuare le misure davvero utili a far tornare a far vivere via Cattaneo, rendendola di nuovo una zona piacevole e sicura per vivere e lavorare".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In alcuni casi le varianti Covid resistono. Al professor Menichetti, direttore di Malattie infettive a Cisanello, abbiamo chiesto la situazione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca