Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:05 METEO:PISA17°26°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 25 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Onorificenza a Liliana Segre, Casellati si commuove: «Lei ha trasformato l'orrore in memoria»

Cronaca lunedì 03 marzo 2014 ore 06:30

Pista ciclabile, mancano sottopassi e segnaletica

Il percorso tra piazza Manin e via Pietrasantina piace ai pisani, che propongono qualche miglioria



PISA — Pronto il nuovo percorso ciclo-pedonale che collega l'area di pizza del Duomo a via Pietrasantina, che comprende tre aree di sosta dotate di panchine, di una fontanella e di un cestino per la raccolta differenziata.
Secondo Leonardo Mastropieri, commerciante della zona la pista ciclabile è una buona cosa: “La pista raggiunge il suo scopo, è frequentata e le biciclette messe a disposizione dal Comune vengono utilizzate”. Anche Ardito Gentilini e Dora Bertoncini, residenti della zona, la giudicano positivamente: “Un bel percorso, anche dal punto di vista urbanistico”.
Ma tra i frequentatori della nuova pista ciclabile c’è anche chi ha riscontrato dei punti deboli. Secondo Massimo Bronzini, anche lui residente della zona: “Il problema è che molti ciclisti continuano a circolare sulla carreggiata. Forse delle indicazioni più visibili e una maggiore informazione aiuterebbero a risolvere il problema. Nonostante questo le piazzole di sosta sono efficenti, anche se poco sorvegliate: una fontanella è già stata rotta e ha perso acqua. Ma bisogna dire che nel complesso la zona è ben illuminata”.
Anche secondo Valentina Ndoj, commerciante il percorso è ben fatto, “Ma a rimetterci è stata la carreggiata, che adesso è troppo stretta. Inoltre, il passaggio a livello è pericoloso e dovrebbe essere sostituito con un sottopassaggio. La ogni giorno si crea una folla di pedoni, ciclisti e auto che lo attraversano contemporaneamente. In via Fedi, poi le gite di turisti camminano spesso lungo la strada o sulla ciclabile, anziché sulla pista pedonale”.
Percorrendo la via in effetti sono molte le persone che camminano sulla pista ciclabile costringendo, i ciclisti a spostarsi sulla carreggiata. Un problema che secondo Moreno Agostini, si potrebben risolvere: “Basterebbe fare come si faceva un tempo mettendo al posto della segnaletica tradizionale delle vere e proprie biciclette bianche posizionate su dei pali per distinguere meglio la pista ciclabile da quella pedonale”.
Insomma, quello riscontrato dai residenti della zona e da chi frequenta il percorso, sarebbe oltre che un problema di mancata informazione e di segnaletica insufficiente, anche una qustione di sicurezza che, secondo i coniugi Messina, che gestiscono un negozio in quest'area si potrebbe risolvere creando un sottopasso pedonale: "Permetterebbe di ridurre le situazioni pericolose senza comportare altissimi costi, quali sarebbero quelli per la costruzione di un sottopassaggio per le automobili”.
Della stessa opinione anche Roberto Verruto, che dice: “E' quello che manca a quest’opera urbanistica per essere completata”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus. I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore dal bollettino regionale. Nessun decesso nel Pisano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità