Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:40 METEO:PISA20°32°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontro in diretta tv tra Cecchi Paone e Cremaschi: «Intollerante e fascista»
Scontro in diretta tv tra Cecchi Paone e Cremaschi: «Intollerante e fascista»

Cronaca martedì 01 luglio 2014 ore 20:05

Resti di sfalci e potature si possono bruciare

Il ministero ha eliminato il divieto. Anche se non del tutto: i limiti illustrati da Coldiretti Pisa: "Ora servono le specifiche ordinanze comunali"



PISA — I resti di sfalci e potature si possono bruciare. In piccole quantità e tenendo il fuoco sotto controllo, ma farlo è possibile. 

Lo fa sapere Coldiretti Pisa che, spiega, "Bruciare materiale agricolo derivante da sfalci e potature non è reato. Consentita la piccola combustione in piccoli cumuli ed in quantità giornaliere non superiore a tre metri cubi per ettaro nelle aree, periodi e orari individuati con apposita ordinanza del sindaco competente per territorio. Rimane il divieto alla combustione nei periodi di massimo rischio per gli incendi boschivi, dichiarati dalle Regioni, tenendo conto anche delle distanze minime dalle aree boscate previste dalla legge".

La novità è contenuta nel pacchetto di misure del ministero dell'Agricoltura, a favore del settore primario. 

“È stata finalmente riconosciuta la sostanziale differenza tra le attività di gestione dei rifiuti e le consuetudinarie pratiche agricole di gestione sul luogo di produzione di piccoli quantitativi di scarti vegetali – precisa Fabrizio Filippi, presidente Provinciale Coldiretti –. La combustione consente di eliminare inoltre anche funghi ed insetti nocivi alle piante”. 

Le aziende agricole non saranno dunque più multate: “Ora, come prevedono le nuove disposizioni, appare indispensabile ed urgente che i Comuni elaborino le ordinanze per disciplinare a livello locale le corrette modalità di gestione di tali attività”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il gruppo de La Città delle Persone rivendica il progetto per il nuovo passaggio: "Ipotesi migliore di una ciclabile tortuosa e costosa"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità