Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:30 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il crollo degli edifici ore dopo il sisma in Turchia: i video ripresi con gli smartphone

Attualità venerdì 02 dicembre 2022 ore 14:30

Ripafratta, la provinciale chiusa temporaneamente

Il ponte di Ripafratta

Le indagini per la messa in sicurezza dei due ponti richiederanno lo stop al traffico per buona parte della giornata. Angori: "Interventi urgenti"



SAN GIULIANO TERME — La strada provinciale Via di Ripafratta, dall'intersezione con la strada dell'Abetone e del Brennero alla fine del ponte sul Serchio in direzione della Lungomonte, rimarrà chiusa da lunedì 5 a venerdì 9 Dicembre dalle 8,30 alle 17 per le indagini tecniche sul ponte e sul canale Ozzeri.

"La valutazione dello stato di consistenza dei due ponti esistenti lungo il tratto a scavalco rispettivamente del canale Ozzeri e del Serchio richiede interventi urgenti di manutenzione straordinaria - ha spiegato il presidente della Provincia di Pisa e sindaco di Vecchiano, Massimiliano Angori - da definire sulla base dei risultati delle indagini tecniche sui materiali e componenti delle due opere".

Analoghe modifiche alla viabilità si ripeteranno da lunedì 12 Dicembre, quando la provinciale sarà nuovamente chiusa al traffico veicolare e pedonale, per l’esecuzione di lavori urgenti di messa in sicurezza della pavimentazione stradale.

"La progettazione per Ripafratta è stata avviata il 28 Settembre scorso - ha aggiunto - è stato definito il piano delle indagini necessarie e a breve si prevede di avviarle. Poi ci sarà la Conferenza dei servizi: la struttura tecnica provinciale conta di poter avviare i lavori sull'infrastruttura sin dalla prossima estate".

"Sin da subito come Comuni di Vecchiano e di San Giuliano Terme ci siamo fatti carico della questione dopo un incidente mortale nel 2017 - ha commentato Sergio Di Maio, sindaco del Comune termale - abbiamo stipulato subito un apposito protocollo con l'Università di Pisa per monitorarne la tenuta e la capacità di carico. Poi, ci siamo adoperati per rintracciare la proprietà dell'infrastruttura: dal momento che questa non è stata rintracciata, abbiamo fatto istanza alla Provincia di prendere in carico la strada stessa".

"Adesso siamo in fase di progettazione per la effettiva messa in sicurezza di questa opera, cerniera di collegamento tra le Province di Pisa e Lucca - ha concluso - i lavori di prossima partenza sono attesi da entrambe le comunità per andare a risolvere un problema che a lungo ha rappresentato un vuoto burocratico".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Addio a Renato Bacconi, segretario generale dal 1981 al 1990. Il cordoglio del sindacato: "Sempre in prima linea per i diritti dei lavoratori"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca