Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 24 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europa League, maxi-rissa al termine di Sparta Praga-Galatasaray: le immagini

Attualità martedì 07 febbraio 2023 ore 19:25

Variante di Gello, il progetto prende forma

Affidata la redazione della Valutazione ambientale strategica. L'opera prevede un chilometro di strada, un ponte e una pista ciclopedonale



SAN GIULIANO TERME — Il progetto per la realizzazione della Variante di Gello prende forma e segna un passo avanti per potenziare la viabilità nella frazione.

"Definito il progetto preliminare - spiega il Comune di San Giuliano Terme -  il tracciato in esame prevede il proseguimento della “tangenziale” completata pochi anni fa, quella che dalla rotatoria della strada statale del Brennero, dopo aver incrociato via Martin Luther King, attraversa il sottopasso ferroviario ed arriva fino alla confluenza con via Dini. Il tratto che sarà costruito si collegherà dunque con via Giuseppe di Vittorio (strada provinciale del Lungomonte pisano), grazie alla creazione di una rotatoria in località La Tabaccaia, ovvero nel punto compreso tra l'incrocio di via Dini con la strada intitolata allo storico sindacalista e la rotatoria Zita di Borbone all'inizio di Orzignano. Oltre alla costruzione della strada, sarà realizzata lateralmente una pista ciclopedonale in sede protetta a margine della carreggiata, un ponte per l'attraversamento del canale del Fosso doppio, oltre all'illuminazione e alla regimazione idraulica". 

Il tutto per un costo stimato di circa 3 milioni di euro.

"Questo progetto è il primo passo per il completamento della viabilità alternativa tra Gello e San Giuliano che migliorerà in maniera radicale la gestione del traffico. L’intervento porterà anche maggiore sicurezza della rete viaria stradale andando ad eliminare quasi completamente il traffico da via Ulisse Dini – afferma l'assessore alla Progettazione e alla rigenerazione urbana Matteo Cecchelli –. Anche l'impiego di risorse economiche è importante, abbiamo ripreso i contatti con Rfi per cercare un cofinanziamento dell’opera, data l'esistenza di una vecchia convenzione da rivedere. Contatteremo anche Regione e Anas, visto che si tratta di un’opera di interesse superiore a quello comunale in quanto collega una strada statale ad una provinciale, nata in prospettiva della chiusura del passaggio a livello sulla ss12 dell'Abetone e del Brennero".

Affidata anche la redazione della Valutazione ambientale strategica (Vas) a supporto della variante urbanistica per la conformazione del nuovo tracciato denominato Gello nord da inserirsi all’interno del corridoio viario già individuato nel 2019 sul nuovo Piano operativo comunale (Poc). La Vas è lo strumento di valutazione delle scelte di programmazione e pianificazione con la finalità di perseguire obiettivi di salvaguardia, tutela e miglioramento della qualità dell'ambiente, di protezione della salute umana e di utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali, regolata da una direttiva dell'Unione europea del 2001.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I disordini vicino a piazza dei Cavalieri sbarrata dalle forze dell'ordine. Le reazioni di politica e istituzioni. In migliaia al presidio di protesta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità