QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 21 febbraio 2019

Attualità sabato 29 dicembre 2018 ore 16:30

I coniugi Mettugini e Iacopo Melio eroi di civiltà

Sergio Mattarella

Ci sono anche questi tre toscani fra le persone insignite con l'onorificenza di ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica da Mattarella



ROMA — Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito di propria iniziativa trentatré onorificenze al Merito della Repubblica Italiana a cittadine e cittadini che si sono distinti per atti di eroismo, per l'impegno nella solidarietà, nel soccorso, per l'attività in favore dell'inclusione sociale, nella cooperazione internazionale, nella tutela dei minori, nella promozione della cultura e della legalità. 

Fra queste ci sono anche i coniugi Nilo Mattugini e Simonetta Stefanini di Lido di Camaoiore e Iacopo Melio di Pisa. 

Nilo Mattugini, 65 anni, e Simonetta Stefanini, 60 anni, sono così diventati ufficiali dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana “per l’esempio di accoglienza e disponibilità offerti in tema di tutela dell’infanzia”.

"Già genitori di una ragazza con disabilità, sono stati i primi a rendersi disponibili per il progetto “Nonna per amica” del Comune di Camaiore - si legge nella motivazione - Obiettivo dell’iniziativa è quello di creare una banca dati di over50 che possano dedicare il loro tempo a bambini e ragazzi in carico al Servizio sociale e contribuire così alla realizzazione dei progetti educativi definiti dal Servizio sociale in accordo anche con la famiglia di origine".

"Nilo e Simonetta si prendono cura di un bambino di 8 anni che vive a Camaiore con la sola madre dal vissuto complicato e priva di alcuna rete familiare - continua la motivazione - lo ospitano in casa nei pomeriggi e nelle sere in cui la madre lavora, lo accompagnano a praticare attività sportive, lo hanno inserito in esperienze di socializzazione. Sono diventati per il bambino una risorsa fondamentale, una famiglia".

Iacopo Melio, 26 anni, ha invece ricevuto l'onorificenza "per il suo appassionato contributo alla causa dell’abbattimento delle barriere architettoniche e degli stereotipi culturali”.

"Affetto dalla Sindrome di Escoban che lo costringe su una sedia a rotelle, studia Scienze Politiche a Firenze e lavora come freelance nel mondo del giornalismo e della comunicazione digitale - si legge nella motivazione - Si occupa di sensibilizzazione e divulgazione come attivista per i diritti umani e civili. Nel gennaio 2015 ha fondato la Onlus “#vorreiprendereiltreno”, con l’obiettivo di portare avanti progetti inerenti alla disabilità. Si occupa dell’abbattimento di tutte le barriere, non solo architettoniche, soprattutto culturali. Vede la comunicazione come uno strumento sociale per dare voce a chi ha subito “la violenza del non ascolto”. Gira l’Italia, fisicamente e virtualmente, come relatore in conferenze, eventi, lezioni o incontri nelle scuole. Nel marzo 2018 ha pubblicato per Mondadori il libro “Faccio salti altissimi”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca