comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:45 METEO:PISA16°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 29 novembre 2020
corriere tv
Guerra civile a Parigi, manifestanti danno fuoco alla Banque de France

Attualità lunedì 29 giugno 2015 ore 12:30

Una scuola estiva per insegnanti alla Certosa

Una tre giorni per i docenti delle scuole primarie. In programma, laboratori e visite guidate. Iscrizioni fino al 20 luglio



CALCI — Il Museo di Storia Naturale stringe un legame ancora più forte con le scuole del pisano: Nasce al Museo la prima scuola estiva per insegnanti. Una full immersion di tre giorni (dal 7 al 9 settembre 2015), per un totale di 24 ore, che i docenti del primo ciclo trascorreranno alla Certosa prendendo parte a seminari, attività di gruppo e laboratoriali e, non ultima, un’escursione guidata.

Scopo di questa “scuola per scuole” è favorire lo scambio di idee, opinioni e progetti tra insegnanti, e di presentare l’ampio ventaglio di risorse e strumenti che il Museo mette a loro disposizione, tale da consentire di attuare i programmi nazionali di scienze in una chiave privilegiata. Per il primo giorno è previsto l’intervento del professor Paolo Guidoni, che parlerà di “Fare scienze al Museo e a scuola”, e della professoressa Silvia Caravita, con i suoi seminari “A partire da un osso” e “A partire da una zolla di prato”. Il secondo giorno l’operatore museale Simone Farina illustrerà “Vita da pesce” e, in collaborazione con l’operatrice Patrizia Scaglia, “Il passato del Monte Pisano”. Nella giornata conclusiva, infine, la vicedirettrice del Museo Elena Bonaccorsi terrà il seminario-laboratorio “Alla scoperta dei sassi”.

La scuola è rivolta adinsegnanti dell’infanzia (posti disponibili: da 10 a 16), della primaria (da 10 a 18 posti) e della secondaria di primo grado (da 10 a 16 posti).

È possibile iscriversi fino al 20 luglio.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità