Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PISA13°20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Attualità mercoledì 07 ottobre 2015 ore 11:08

Un'impresa su tre esiste sul web

Coldiretti: "L'agricoltura va verso il futuro". La percentuale di digitalizzazione è più marcata nelle aziende gestite da under 40



PISA — Una impresa agricola su tre esiste sul web: ha un sito o un account social attraverso i quali promuove la propria attività e resta connesso con il mondo. Le aziende che hanno più confidenza con il web sono gli agriturismi e le aziende vitivinicole per la loro propensione anche al commercio. La stima è di Coldiretti Pisa in occasione dell’Internet Festival 2015 in programma dall’8 all’11 ottobre (info programma su www.internetfestival.it) a cui contribuirà fornendo l’arredo naturale di alcune delle aree principali come il percorso sensoriale dell’Interspazio e la cornice di Sant’Andrea, portando contributi esperienziali e con una versione speciale del mercato di Campagna Amica nell’atrio del Comune di Pisa (questo accadrà domenica 11 ottobre per tutto il giorno). Tra le aziende coinvolte l’azienda agricola Zeiro, L’Avvenire di Terricciola, la società agricola Valle di Pietreta di San Miniato e la Columella di Palaia.

La percentuale di digitalizzazione è più marcata nelle aziende gestite da under 40: l’80 per cento ha un profilo Facebook (aziendale o personale) e condivide notizie, aggiornamenti e sfrutta l’account a fini commerciali. Solo il 5 per cento usa Twitter, identica percentuale per Instagram. L’agricoltura, che fino ad un quinquennio fa era la cenerentola del digitale, si sta progressivamente connettendo al web: un percorso velocizzato dal cambio generazionale che ha favorito e facilitato la rivoluzione. Se prima solo un’azienda su cinque aveva accesso alla rete, oggi la percentuale è sensibilmente migliorata anche se molto resta da fare.

“La diffusione dei social ha abbattuto molte resistenze e reso l’utilizzo della rete indispensabile per quelle realtà che hanno una propensione turistica più spiccata come appunto lo sono gli agriturismi– confessa Fabrizio Filippi, presidente Coldiretti Pisa – un impulso ad essere presenti sul web arriva anche dal nostro progetto per una filiera agricola tutta italiana. Tutte le aziende, anche quelle che fino a poco tempo fa noncontemplavano una presenza sul web, hanno una pagina dedicata dove i consumatori possono trovare le informazioni di contatto. Filiera corta e web: così l’agricoltura si dirige verso il futuro”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Previsto un momento pubblico di raccoglimento e ricordo, per salutare la dottoressa e assessora comunale scomparsa a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca