QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 24°25° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 20 luglio 2019

Attualità venerdì 01 febbraio 2019 ore 14:25

Al Sant'Anna si rigenerano le cartilagini

Otto partner europei e l'obiettivo ambizioso: rivoluzionare trattamento dell’osteoartrite, riducendo costi e migliorando qualità di vita dei pazienti



PONTEDERA — Trovare una nuova strada per il trattamento dell’osteoartrite, in grado di portare benefici concreti ai pazienti e di abbattere le spese del sistema sanitario. È questa l’ambiziosa e innovativa linea di ricerca proposta dal nuovo progetto europeo ADMAIORA (ADvanced nanocomposite MAterIals fOr in situ treatment and ultRAsound-mediated management of osteoarthritis), finanziato dalla Comunità Europea attraverso il programma di finanziamento H2020 e coordinato dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, con il team di ricerca guidato dal giovane professore Leonardo Ricotti.

Il consorzio di ricerca, composto da altri 7 partner europei tra enti di ricerca e piccole/medie aziende, si riunisce lunedì 4 e martedì 5 febbraio presso la sede principale dell’Istituto di BioRobotica per il kick off meeting di inizio progetto. ADMAIORA ha durata quadriennale e punta a rivoluzionare il trattamento dell’osteoartrite, una patologia cronica progressiva che comporta non solo dolore alle articolazioni, ma anche ridotta mobilità e, in definitiva, una qualità della Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, la Bar-Ilan University in Israele e cinque piccole/medie aziende: Regentis (Israele), IGT (Francia), PlasmaChem (Germania), Vimex (Polonia) e HD Wireless (Svezia).

“Il nostro gruppo di ricerca – commenta Leonardo Ricotti, professore associato dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Sant’Anna e responsabile scientifico del LaboratorioMicro-Nano-Bio Systems and Targeted Therapies – si occuperà di sviluppare un sistema per la stimolazione a ultrasuoni altamente controllato e contribuirà assieme agli altri partner allo sviluppo e al testing in vitro dei materiali nanocompositi da impiantare per la rigenerazione della cartilagine”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica