Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Intervista con Curcio (Protezione civile): «In Italia censite 625 mila frane, l'evento di Ischia difficile da prevedere»

Cronaca martedì 28 giugno 2022 ore 18:00

Beni in odor di 'ndrangheta, sequestri in Valdera

I carabinieri durante il sequestro

Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Livorno hanno sequestrato immobili, mezzi e conti correnti. Un'operazione collegata all'indagine Keu



TERRICCIOLA — Alcuni approfondimenti patrimoniali seguiti all'inchiesta Keu iniziata ad Aprile 2021 hanno portato i carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Livorno a eseguire un decreto di sequestro di beni emesso dal Tribunale di Firenze nei confronti di un imprenditore originario di Guardavalle, in Provincia di Catanzaro, e residente da anni nel Pisano.

L'uomo, come riportato dall'Arma, è considerato elemento di spicco della 'ndrangheta nella sua articolazione territoriale, denominata cosca Gallace, e già condannato in passato a 22 anni di reclusione per la strage di Guardavalle, avvenuta nel 1991 

I beni sequestrati riguardano una società attiva nel settore agricolo e il relativo compendio aziendale e 6 unità immobiliari ubicate nel Comune di Terricciola, oltre a 5 tra auto, moto e mezzi agricoli e 9 conti correnti.

La ricostruzione patrimoniale condotta dai carabinieri è scaturita dagli esiti dell’operazione "Geppo-Calatruria", conclusasi ad Aprile 2021 con 17 arrestati, indiziati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata all’estorsione, illecita concorrenza con violenza e minaccia, sub-appalto irregolare e altro, nonché associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti e detenzione ai fini dispaccio di sostanze stupefacenti. L’inchiesta è collegata all'indagine Keu, portata avanti dai carabinieri forestali di Firenze.

Gli approfondimenti hanno permesso di ricostruire i flussi finanziari e bancari, accertando secondo i carabinieri una consistente sproporzione tra i redditi dichiarati e il patrimonio allo stesso riconducibile, ipotizzando un illecito arricchimento per via dei reati contestati

L'operazione di quest'oggi è di uno dei provvedimenti di sequestro antimafia promossi nell’ultimo triennio dalla Procura distrettuale di Firenze, collegato ad altra misura patrimoniale recentemente emessa all’indirizzo di un co-indagato imprenditore di origini calabresi.

Il provvedimento, non definitivo ma finalizzato a una successiva confisca se confermata dai giudici, è indirizzato verso il complesso patrimoniale di uno dei principali indagati per il quali l’autorità giudiziaria ha emesso l’avviso di conclusione delle indagini preliminari.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Lotta alla 'ndrangheta, sequestri in Toscana
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Prima di dileguarsi con il bottino, i ladri avrebbero anche tentato di visitare l'abitazione vicina facendo scattare l'antifurto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità