QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°19° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 22 maggio 2019

Attualità domenica 30 novembre 2014 ore 14:39

Il Festival Nessiàh si apre con la musica

Enrico Fink

la rassegna di eventi dedicati alla cultura ebraica iniziaranno questa sera con un concerto degli Enrico Fink trio



PISA — Ha aperto i battenti il Festival Nessiàh 2014. La 18esima edizione della manifestazione dedicata alla cultura ebraica ha un programma di appuntamenti che termineranno il 14 dicembre. Si inizia questa sera alle 21 al teatro Sant’ Andrea con gli Enrico Fink Trio, che si esibirnno in un concerto dal titolo “La musica invisibile” (Marcella Carboni all'arpa, Gabriele Coen alle ance, Enrico Fink al flauto e voce).

Filo conduttore di tutti gli eventi della rassegna di quest'anno sono i cinque sensi. Musica, pittura, arti visive e cucina, saranno al centro di performance che vedranno questi ambiti coinvolti e tra loro intersecati in un viaggio sensoriale che ha l'ambizione di andare alla ricerca di un sesto senso. "Un senso legato alla dimensione spirituale alla quale proprio tramite la bellezza dell'arte, variamente declinata, possiamo giungere" spiega il direttore artistico, ideatore e fondatore del Festival, Andrea Gottfried, che commenta: "Queste sperimentazioni alla ricerca della dimensione spirituale a cui l'arte può condurci culmineranno nell'evento del 6 dicembre, quello che meglio racchiude il significato di questo sesto senso". 

Si tratta di un evento che avrà luogo alla città del Teatro di Cascina, il 6 dicembre alle 21, intitolato "Beyond five Senses - oltre i cinque sensi", nel corso del quale durante un concerto dal vivo la musica verrrà contemporaneamente "dipinta" con linee e colori su tela, nel tentativo di trasportare il pubblico in una nuova mistica dimensione.

Altro nodo cruciale di questa edizione di Nessiàh è rappresentato dalla collaborazione con Palazzo blu, ormai portata avanti da alcuni anni e quest'anno ancora più significativa in virtù della coincidenza con la mostra "Modigliani e ses amis", dedicata al pittore livornese di famiglia ebrea-italiana.

 Proprio in onore della mostra è stato pensato l'evento finale della kermesse: "Enigma su tela. Un maestro in cerca di sé stesso", uno spettacolo teatrale che avrà luogo nell'auditorium di Palazzo blu, domenica 14 dicembre, alle 18. "Mi aspetto grandi sorprese da questa rappresentazione -dice il presidente della Fondazione palazzo blu Cosimo Bracci Torsi- durante la quale un misterioso visitatore, il maestro Chouchani, si aggirerà tra le tele di Modigliani".

Lo spettacolo è stato scritto appositamente per il Festival e per la mostra di palazzo Blu da Miriam Camerini.

"Il Festival Nessiàh -commenta l'assessore Dario Danti- è una delle manifestazioni culturali più significative e longeve della città".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Attualità