QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°15° 
Domani 16°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 26 maggio 2019

Lavoro lunedì 09 giugno 2014 ore 13:40

Alberghi, uno su 5 usa ancora il fax

Per trasmettere alla Questura il dato degli alloggiati, ma l'obbligo alla trasmissione telematica è in vigore da più di un mese



PISA — "Sono ancora troppe le strutture ricettive che utilizzano come sistema di trasmissione il fax, talvolta senza nemmeno specificare se in conseguenza di un impedimento del sistema telematico". Questo nonostante, da oltre un mese, sia entrato in vigore l'obbligo di trasmissione in via telematica delle schedine degli alloggiati da parte di tutti i gestori delle strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere, esercitate anche in forma non imprenditoriale. 

Alla scadenza del "mesiversario", le associazioni di categoria hanno incontrato il dirigente della divisione Polizia amministrativa e sociale e dell'immigrazione della questura di Pisa per fare un primo punto su questo nuovo obbligo, anche alla luce della stagione turistica che sta entrando nel vivo. 

“Il dirigente ha fornito alcuni dati – spiega Simone Romoli, responsabile settore
commerciale della Confesercenti -. Su 1.409 strutture ricettive registrate, circa il 75 per cento sta adempiendo regolarmente alle comunicazioni con il nuovo sistema. Per questo la questura di Pisa ci ha chiesto la collaborazione per coadiuvarla nell'opera di sensibilizzazione delle strutture”. 

In caso infatti di mancato collegamento al web e quindi di impossibilità di invio telematico delle schedine, la questura sottolinea come la procedura preveda obbligatoriamente una preventiva telefonata al numero 050583511 (attivo 24 ore 24) in cui vengono registrati gli estremi della struttura, a seguito della quale è possibile ottemperare tramite posta elettronica certificata (Pec). Solo in
caso di impedimento anche a trasmettere le schedine tramite via Pec è consentito in via assolutamente eccezionale l'invio tramite fax, ma la telefonata di segnalazione è comunque obbligatoria. Telefonata che secondo la questura troppo spesso viene omessa. “Faremo opera di informazione nelle nostre strutture – conclude Romoli – e comunque restiamo a disposizione dei soci per informazioni o per l'apertura della Pec”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cultura