Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Bollette in aumento e prezzo del gas alle stelle: le 5 ragioni dietro alla crisi energetica

Cronaca giovedì 14 maggio 2015 ore 17:24

Con l'auto rubata non si ferma all'alt, arrestato

Inseguito per le vie del centro impatta con un'auto in sosta. I reati contestati sono resistenza, guida senza patente, ricettazione e danneggiamento



PISA — Non si ferma all’alt dei carabinieri con l'auto rubata. Inseguito per le vie del centro si ferma dopo aver impattato con auto in sosta. Chamkhi Yosri nato in Tunisia nel 1995, in Italia senza fissa dimora, è stato bloccato ed arrestato.

I reati contestati sono quelli di resistenza, guida senza patente, ricettazione e danneggiamento. 

Sono le quattro di questa mattina, quando ad una Rover, che procedeva con una andatura sospetta, viene intimato l’alt da parte di una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile: questi invece di fermarsi iniziava ad aumentare la velocità in direzione di piazza Guerrazzi. Immediatamente i militari iniziano un inseguimento e riescono inizialmente ad affiancare l’autovettura, guardando distintamente il soggetto alla guida che cercava di fuggire e speronare l’auto di servizio.

Ne nasce un concitato inseguimento e la pattuglia, azionando anche i sistemi sonori procedeva a seguire l’auto che imboccava la via Giuliano da Sangallo e successivamente via Barattulaia dove il conducente della Rover, per guadagnare la fuga, effettuava delle manovre evasive come frenare bruscamente e impattare nei muri della via per cercare far uscire fuori strada l’auto di servizio con i militari a bordo, che con prontezza riescono a schivare l’atra auto ed a rimanere a distanza di sicurezza, continuando a seguire l’auto in fuga.

La Rover riprendeva contromano la via Cattaneo percorrendola sino alla via Emilia ed arrivato alla rotonda con via Fiorentina, tornava indietro percorrendo questa volta la via Emilia in contromano per poi riprendere la via Cattaneo sempre e costantemente inseguito dai militari a bordo dell’auto di servizio; l’inseguimento continua poi in via Giuliano Da Sangallo e di nuovo fino all’incrocio con via Barattulaia, dove il conducente della Rover perdeva il controllo ed andava ad urtare un’autovettura tipo Ford Fiesta parcheggiata, danneggiandola nella parte posteriore sinistra.

Al momento dell’impatto i due occupanti tentavano di fuggire e il passeggero, successivamente generalizzata per una ragazza italiana, veniva immediatamente bloccata, mentre il conducente si dava alla fuga, inseguito da un militare che vedeva entrare all’interno di un palazzo in costruzione (ex draga) e lo seguiva a distanza per poi successivamente fermarlo, coadiuvato anche da personale della Questura di Pisa, giunti in ausilio, trovandolo accucciato dentro la siepe di recinzione.

L’autovettura usata dal tunisino è risultata rubata ed è stata restituita alla legittima proprietaria; il guidatore è risultato sprovvisto di patente di guida.

Il magistrato di turno, ha disposto per l’arrestato il rito direttissimo che si è svolto nella mattinata odierna: il processo è stato rinviato ad ottobre e per l’arrestato non è stata disposta alcuna misura cautelare; lo stesso è stato pertanto rimesso in libertà in attesa del processo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Coordinamento dei comitati cittadini lamenta scarsi controlli notturni e il dilagare in centro della mala movida. "Si rischia lo spopolamento"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Sport

Lavoro