Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:30 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il discorso di Merkel alla cerimonia di fine mandato: «Guardate sempre il mondo con gli occhi degli altri»

Attualità venerdì 13 febbraio 2015 ore 18:40

Contributi sociali dalla Società della salute

Soldi per famiglie numerose, nuovi nati e famiglie con disabili. A Pisa sono 563 le richieste accolte nel corso dell'anno passato. Come fare domanda



PISA — Interventi di sostegno per le famiglie e dei lavoratori in difficoltà, per la coesione e per il contrasto al disagio sociale. È attivo anche per il 2015 il provvedimento della Regione che stanzia contributi destinati ai nuovi nati, (per loro e per gli adottati e i collocati in affidamento preadottivo sono previsti 700 euro), a famiglie con persona disabile a carico (700 euro) e famiglie numerose con almeno 4 figli a carico (175 euro per ogni figlio).

Per fare domanda, anche nel 2015 gli abitanti di Pisa, Calci e Fauglia si devono recare allo sportello della Società della Salute in via Saragat 24. Orari: il martedì, dalle 14.30 alle 15.30, il giovedì dalle 8.30 alle 11. È attivo inoltre un numero di telefono dedicato, 050 954015, che risponde il lunedì e il mercoledì dalle 12 alle 13. I residenti degli altri Comuni dell’area pisana (Crespina-Lorenzana, Cascina, San Giuliano Terme, Vecchiano) devono rivolgersi presso i loro Comuni di residenza.

Nel corso del 2014 alla Società della Salute dell’area pisana sono state accolte 563 domande (461 per il comune di Pisa, 35 Calci, 19 Fauglia). In particolare 310 per i nuovi nati, 145 per le famiglie numerose, 108 per le famiglie con disabili. La Società della Salute ha inviato tutta la documentazione alla Regione, cui ora spetta liquidare il contributo alle famiglie.

“Uno strumento che, aggiungendosi ai servizi e ai contributi già attivi grazie alla Società della Salute – spiegano Sandra Capuzzi e Giuseppe Cecchi, presidente e direttore SdS – fornisce un aiuto ulteriore alle fasce sociali più deboli, quelle più indifese di fronte alla crisi”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica