Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:25 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Crisanti: «Con la variante Omicron non c'è scampo per i non vaccinati»

Politica mercoledì 24 marzo 2021 ore 18:00

Vendita Ta Handling, preoccupazione in Regione

Operatore di Toscana Aeroporti Handling sulla pista del Galilei

Su Toscana Aeroporti il consiglio regionale ha approvato le mozioni presentate dalla Lega e Fdi. Si chiede la tutela dei posti di lavoro



FIRENZE — Il consiglio regionale della Toscana ha approvato all'unanimità due mozioni, presentate da Lega e Fdi, in merito alla possibile vendita di Toscana Aeroporti Handling da parte di Toscana Aeroporti, che gestisce gli aeroporti "Galilei" di Pisa e "Vespucci" di Firenze Peretola e di cui la Regione Toscana possiede il 5,03 per cento delle azioni.

Respinta invece dall’aula, con i voti contrari del Partito democratico e del Movimento 5 stelle, la non partecipazione al voto di Lega e Fratelli d’Italia e tre soli voti favorevoli di Forza Italia e Italia Viva, la mozione presentata da Marco Stella (Fi) “sulla necessità di proseguire con il progetto di ammodernamento della pista dell'aeroporto ‘Amerigo Vespucci’ di Firenze”. La mozione intendeva impegnare la giunta regionale affinché “proseguisse sulla strada del potenziamento strutturale dell'aeroporto ‘Amerigo Vespucci di Frenze, in particolare della nuova pista, indispensabile al rilancio dello scalo fiorentino e dell'economia della Toscana, in un'ottica di sistema aeroportuale toscano integrato con l'aeroporto ‘Galileo Galilei’ di Pisa.

Unanimità per la mozione di Fratelli d’Italia, primo firmatario il consigliere pisano Diego Petrucci, in cui si chiede alla Regione Toscana di sospendere l’erogazione del finanziamento di 10 milioni di euro a favore di Toscana Aeroporti, se la società non aprirà, in merito alla vertenza Toscana Handling, un tavolo di confronto con le istituzioni locali e i rappresentanti dei lavoratori. “Si tratta di 10 milioni di risorse pubbliche - ha ricordato Petrucci -. Non ci sembra giusto che, chi riceve un intervento cosi sostanziosa ed eccezionale, non si renda disponibile ad ascoltare istituzioni e lavoratori, tanto più in un momento di crisi mondiale come quello che stiamo vivendo. Proprio ora non si può pensare di abbandonare i lavoratori delle attività dei servizi a terra e degli appalti vendendo la Società Toscana Aeroporti Handling. Non accettiamo che risorse pubbliche, che dovrebbero servire anche a tutelare i lavoratori, vengano date ad un’azienda che mette a rischio i posti di lavoro”.

Con l'atto della Lega, invece, si chiede che siano rispettati gli impegni presi con due rispettivi documenti consiliari del 2020, con particolare riguardo alla piena salvaguardia della continuità dei servizi attualmente in essere, tutelando il personale di terra degli aeroporti di Pisa e Firenze, anche attraverso l'istituzione di un Tavolo di confronto tra la stessa Società, le istituzioni locali, la Regione Toscana. Inoltre, si chiede che la giunta regionale riferisca al consiglio in merito alle iniziative che vorrà assumere per lo sviluppo dell’intero sistema aeroportuale toscano, con specifico riferimento sia all’ipotesi di vendita di Toscana Aeroporti Handling sia all'impiego dei 10 milioni di euro erogati dalla Regione a Toscana Aeroporti Spa per far fronte all'emergenza Covid.

“Eravamo immediatamente intervenuti al diffondersi della notizia relativa alla possibile vendita di Toscana Aeroporti Handling - queste le parole di Elena Meini e Marco Casucci, consiglieri regionali della Lega - e ci siamo subito attivati, predisponendo una mozione, poi approvata dall’aula".

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere pisano del Pd, Andrea Pieroni, mentre era in discussione la mozione presentata da Petrucci.

“La situazione che riguarda il futuro di Toscana Aeroporti Handling continua a preoccuparci - ha detto Pieroni -. La settimana scorsa abbiamo partecipato al presidio delle rappresentanze sindacali e dei lavoratori dei due scali toscani, sia davanti alla Prefettura di Pisa che a quella di Firenze. Stiamo parlando di circa 600 persone che operano all’interno degli scali toscani che hanno iniziato a temere per un futuro che rischia di tingersi di grigio, se non di nero. Toscana Aeroporti Handling è una società che fino ad oggi ha chiuso i propri bilanci in utile, al netto del blocco dei voli causato dalla pandemia. E’ una realtà efficiente e tutt’altro che un peso morto. Ed è per questo che è urgente fare chiarezza sul perché Toscana Aeroporti vuole mettere in vendita la società e su quali siano gli interessi e gli scopi dei possibili acquirenti, poiché sappiamo bene che entrare nel sistema aeroportuale dà diritto ad acquisire titoli e certificati che possono anche essere “spesi” in altri aeroporti. Reclamiamo quella chiarezza che fino ad oggi non c’è stata e che abbiamo già chiesto approvando mozioni e un ordine del giorno collegati alla legge del 3 Dicembre scorso, con cui abbiamo stanziati 10 milioni di euro, quale sovvenzione a fronte dei danni subiti a causa della pandemia”.

“Ribadisco la necessità di un confronto dei vertici della società con la Regione - ha proseguito Pieroni -, rispondendo alle richieste delle presidenti delle Commissioni II e IV, Ilaria Bugetti e Lucia De Robertis, e della Commissione Controllo per un’audizione. Non è giustificabile evadere questa legittima richiesta con il solo motivo di essere una società quotata in borsa. Il Consiglio regionale, così come avvenuto in seno al Consiglio Comunale di Pisa, ha tutto il diritto di avere dalla viva voce di chi rappresenta la società la risposta alle questioni che stiamo ponendo con gli atti che riguardano la paventata cessione di Toscana Aeroporti Handling. Non siamo i soli a sollecitare questa attenzione: è di pochi giorni fa l’interrogazione a firma di parlamentari Pd che chiede al Governo di farsi parte attiva affinché queste richieste di chiarimento possano essere esaudite quanto prima”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità