Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:40 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Germania, la standing ovation per Angela Merkel in parlamento

Attualità domenica 21 dicembre 2014 ore 07:00

Fossabanda, nuovo ultimatum il 16 gennaio

Sinistra Per: "Il silenzio non dà risposta all'aumento dei beneficiari degli alloggi, in aumento del 16 per centro rispetto al 2013"



PISA — A seguito del prolungarsi delle tempistiche di definizione dell'accordo fra Comune di Pisa, l' Azienda regionale per il Diritto allo studio e Università sull'immobile di Santa Croce in Fossabanda, il Dsu, nella seduta del Consiglio di amministrazione del 17 dicembre, ha emanato una lettera rivolta al Comune di Pisa in cui si richiedono tempistiche brevi e certe indicando la data del 16 gennaio come scadenza ultima per poter concludere l'accordo. A comunicarlo è il movimento studentesco Sinistra Per: "Come ribadito più volte, infatti, per poter effettuare i lavori che permetterebbero di inserire in prima assegnazione al prossimo settembre i posti alloggio che si ricaverebbero dall'immobile di Santa Croce in Fossabanda non si può andare oltre il mese di gennaio".

"Anche l'università di Pisa -dicono gli studenti- nella seduta del Consiglio di amministrazione che si svolta il 19 dicembre, ha approvato una mozione in cui si chiede al Comune di Pisa una chiusura della trattativa entro la data del 14 gennaio, senza ulteriori rimandi o dilazioni di tempi. In tutto questo, continua a tacere l'amministrazione comunale: ancora una volta, le tempistiche fornite nella seduta del consiglio comunale da noi bloccato non sono state rispettate, nessuna delibera è arrivata dalla giunta comunale e sembra che nessuna discussione verrà fatta in consiglio. Di nuovo, riscontriamo un silenzio pesante che non dà risposta all'aumento dei beneficiari (più 16 per cento rispetto all'anno 2013/14), che quest'anno porterà solamente il 60 per cento degli aventi diritto di posto alloggio ad avere garantito questo loro diritto; situazione questa che conferma l'urgenza di mettere in campo da parte degli enti pubblici cittadini una soluzione temporanea che possa tamponare l'emergenza in vista dell'apertura, prevista per il 2017, delle residenze di San Cataldo e Paradisa. A seguito delle pressioni degli enti coinvolti, ci auspichiamo fortemente che finalmente l'amministrazione comunale dia certezza su esito e tempi della trattativa su Santa Croce in Fossabanda".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un malore improvviso ha strappato ai suoi cari la donna. Dalla Scuola Mondo l'hanno ricordata come "una persona generosa, creativa e brillante"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità