Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:56 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 18 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta: «Sassoli presidente? Ne parlai con lui: registrai il suo sorriso e una frase che tengo nel cuore»

Cronaca sabato 21 giugno 2014 ore 11:05

Gioco d'azzardo, la nuova legge nasce a Perignano

Ora alla Camera, poi passerà al Senato. Tra le regole c'è che chi ha un reddito inferiore a 15mila euro non potrà giocare più di 500 euro l'anno



PISA — Chi ha un reddito inferiore a 15mila euro non potrà giocare più di 500 euro l'anno. Questa è solo una delle regole che potrebbero essere nella nuova legge sul gioco d'azzardo, se fosse approvata nell'attuale formula.

Una legge nata in provincia di Pisa, a Perignano, voluta e sostenuta da don Armando Zappolini, che nel 2012 ha creato la campagna Mettiamoci in gioco.

Una legge che, spiega il parroco di Perignano, non sarà proibizionista: “La legge è adesso al vaglio della Camera, poi andrà al Senato. Tutto sta procedendo bene, la carovana procede spedita, anche se ho paura degli indiani, come nei film western. Nessuno sembra esporsi pubblicamente contro la normativa, eppure ho sempre il timore che l’iter subisca dei blocchi o dei ritardi. Se tutto va bene comunque entro il 2014 la legge sarà approvata. Non sarà proibizionista, si potrà continuare a giocare, ma ci saranno più controlli”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le positività tracciate nelle ultime 24 ore fanno salire a 67830 quelle accertate in provincia da inizio epidemia. Altri 3 decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Carmen Talarico

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità