Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:34 METEO:PISA12°20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontri a Roma e assalto alla Cgil, Lamorgese contestata alla Camera

Lavoro venerdì 28 febbraio 2014 ore 12:25

​I commercianti di piazza Manin attendono le bancarelle

“Sono un richiamo e garantiscono una maggiore permanenza dei turisti in zona, ci guadagniamo tutti”



PISA — Nessuna divergenza, tutti d'accordo a portare la bancarelle in piazza Manin, in attesa che i lavori di restauro della facciata del museo delle Sinopie. Gli ambulanti non fanno paura ai negozi della zona che anzi sono pronti ad accogliere i colleghi delle bancarelle.

“Finalmente 40 famiglie potranno tornare a lavorare” dice Marino Matteoni, proprietario di un bar della zona. Una voce che si unisce in coro a quella degli altri commercianti del centro.

Dopo mesi di trattative infatti, presto gli ambulanti potranno riprendere la loro attività a due passi dal Duomo, almeno fino alla conclusione dei lavori.

Sono in molti a stringersi intorno ai venditori e tra questi Davide Antognoli che spiega: “Il loro riposizionamento gioverà anche al turismo, incrementando il giro di visite del Duomo”.
Lo pensa anche Bruno Giusti, residente della zona, il quale sottolinea: “Quella delle bancarelle è una questione di folclore, oltre che di lavoro. Attirano ogni giorno centinaia di persone e lo fanno da tantissimi anni”.

Tra le molte voci c’è poi chi, come Dalida Vanni, ironizza: “Se il turismo prima era mordi e fuggi, dopo il ritiro delle bancarelle è stato solo fuggi. La questione ha influito negativamente sul guadagno di tutti i commercianti, perché tutti qua vivono di turismo e le bancarelle, attraendo la gente, ne portano molto”.

Insomma un turismo frettoloso, quello di piazza dei Miracoli, che potrebbe essere sfruttato meglio se i visitatori avessero tutto a portata di mano. Una soluzione, quella trovata in piazza Manin, che è stata accolta con entusiamo dai commercianti dell zona, contenti di aver scongiurato lo spostamento della bancarelle nel parcheggio di via Pietrasantina “questa soluzione - dicono - avrebbe solo decentrato il turismo e colpito economicamente le attività, bancarelle comprese”.

Insomma, un decentramento che non sarebbe stato ben visto, al contrario di quello in Piazza Manin che “Sarà positivo per tutti - afferma Sergio Angerosi, barista ed ex bancarellaio - e non credo che creerà problemi alla mobilità, dato anche che il pronto soccorso non è più al Santa Chiara”.

Insomma lo spostamento delle bancarelle è un problema che è statao vissuto male da tutti gli esercenti, secondo molti ha danneggiato un intero indotto economico legato al turismo e quindi adesso attendono il ritorno degli ambulanti. Tra questi c'è l'imprenditore Andrea Carlesi il quale pur trovando la soluzione ottima precisa: “Doveva essere fatto prima di lasciare 40 famiglie senza un lavoro e danneggiare le altre attività della zona, soprattutto quelle delle vie limitrofe al Duomo, che hanno perso molta visibilità”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il motociclista, cosciente all'arrivo dei soccorsi, è stato assistito dal personale sanitario e trasportato in codice rosso a Cisanello
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Bruno Renato Mariotti

Domenica 17 Ottobre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità